Romanzo Quirinale: due incontri segreti per l’elezione di Mattarella

Pubblicato il 5 Novembre 2015 alle 13:45 Autore: Redazione
elezioni consulta, Mattarella

Romanzo Quirinale: i retroscena dell’elezione di Mattarella raccontati nel numero odierno della rivista Panorama. Due incontri segreti, decisivi per l’elezione del Presidente della Repubblica, ricostruiti alla luce delle indiscrezione riportate da Bruno Vespa nel suo ultimo libro Donne d’Italia.

Il primo risale allo scorso 19 gennaio e si svolse alla Prefettura di Milano, 7 i partecipanti: Silvio Berlusconi, Giovanni Toti, Niccolò Ghedini per Forza Italia, Angelino Alfano, Maurizio Lupi e Gaetano Quagliariello per il Nuovo Centro Destra, Lorenza Cesa per l’Udc.

Romanzo Quirinale: i due incontri segreti

Il “fronte” di centrodestra trovò l’accordo sul proprio candidato al Colle che rispondeva al nome di Pierferdinando Casini. Doveva essere il primo di una serie di incontri che, passando per l’elezione del Presidente della Repubblica, doveva portare alla ricostituzione dello schieramento “moderato” in vista delle amministrative del 2015. E il governo? A quel punto sarebbe stata crisi.

romanzo quirinale elezione presidente della repubblica mattarela alfano

Il secondo incontro si sarebbe svolto pochi giorni dopo, il 28 gennaio, questa volta come teatro il Ministero dell’Interno: presenti il “padrone di casa” Alfano, Casini, Lupi, Quagliariello, Cicchitto, Cesa, Berlusconi e Denis Verdini. “Abbiamo ricostituito il centrodestra – disse Alfano –  abbiamo stretto un patto di ferro, non dobbiamo votare Mattarella”. Al momento di salire in macchina fu profetico Verdini: “questi fra tre ore si rimangiano tutto”. In effetti, dell’accordo non si fece niente.

L'autore: Redazione

Redazione del Termometro Politico. Questo profilo contiene articoli "corali", scritti dalla nostra redazione, oppure prodotti da giornalisti ed esperti ospiti sulle pagine del Termometro.
    Tutti gli articoli di Redazione →