Fabrizio Corona e la rissa a Monza: giornalista finisce in ospedale

Pubblicato il 12 Novembre 2015 alle 13:02 Autore: Redazione
fabrizio corona con mano alla fronte

Fabrizio Corona sembra averne combinata un’altra. Ieri sera, 11 novembre, era stato invitato dall’ex tronista Alessio Lo Passo nel suo nuovo negozio di Monza, “Revolution”, come testimonial di una nuova linea di magliette per l’inaugurazione del punto vendita.

All’evento era presente anche una giornalista freelance, Francesca Di Matteo, che, entrando con il suo registratore, voleva fare qualche domanda all’ex re dei paparazzi. Ma lui non l’ha presa bene e infatti la cronista ha raccontato di essere stata aggredita da Corona, il quale sembra che le abbia sottratto il suddetto apparecchio per poi strattonarla fino ad una stanza nel retro del negozio.

A quel punto un addetto del negozio sembra aver allontanato sia la giornalista che un altro fotoreporter, anche lui aggredito verbalmente e fatto uscire. E’ a quel punto che sono giunti polizia e carabinieri insieme ad un’ambulanza poichè la cronista lamentava del dolore ad una spalla. Sia lei che il fotoreporter si sono riservati di sporgere denuncia per aggressione, minacce e per la sottrazione del registratore, il quale sembra non essere stato restituito alla freelance.

Mentre si recava all’ospedale milanese San Raffaele, la Di Matteo ha raccontato i dettagli dello spiacevole episodio: “La presenza di Corona era stata annunciata in vari social network. Sono andata e sono entrata col registratore ben visibile nella mia mano. Lo conoscevo sin dai tempi in cui lavoravo per Mediaset, lo avevo già intervistato, mi ha chiesto se facevo ancora servizi per la tv o solo per la carta stampata; io gli avevo chiesto se, dopo l’esperienza del carcere, si sentiva cambiato o meno, poiché lo vedevo un po’ provato”. E’ proprio alla vista del registratore che Corona si sarebbe “irrigidito improvvisamente”.

fabrizio corona in primo piano

L’avvocato di Corona: “È l’ennesimo tentativo di speculare sul personaggio”

L’avvocato di Corona, Ivano Chiesa, giunto ben presto sul luogo del “misfatto” secondo quanto raccontato dai presenti, ha poi così commentato la vicenda: “È l’ennesimo tentativo di speculare sul personaggio. Il vecchio Fabrizio Corona non esiste più“.

Infatti Corona ha negato qualsiasi comportamento violento, ricordando che secondo quanto stabilito dal giudice egli non può rilasciare interviste. Però, in teoria, sempre secondo le stesse disposizioni, non potrebbe nemmeno uscire di casa tra le 23 e le 7 del mattino.

 

L'autore: Redazione

Redazione del Termometro Politico. Questo profilo contiene articoli "corali", scritti dalla nostra redazione, oppure prodotti da giornalisti ed esperti ospiti sulle pagine del Termometro.
    Tutti gli articoli di Redazione →