10/02/2016

Antonio Razzi e l’intervento incomprensibile al Senato sulle adozioni gay

autore: Redazione
antonio razzi unioni civili adozioni gay

Antonio Razzi e l’intervento incomprensibile al Senato sulle adozioni gay

Nuova puntata dell’Antonio Razzi Show. Parafrasando il “Renzi show” di Maurizio Crozza – che, peraltro, tra le imitazioni più riuscite può vantare proprio quella del senatore abruzzese – il dibattito parlamentare sulle unioni civili ha fatto registrare l’ennesima perla in “italiano maccheronico” del senatore di Forza Italia, già eletto con l’Italia dei Valori nel 2008 e passato, durante la precedente legislatura, tra le file del centrodestra, giusto in tempo per garantire la sopravvivenza del governo Berlusconi, messo in difficoltà dalla fuoriuscita dall’allora Popolo della Libertà – e dall’esecutivo – della componente legata a Gianfranco Fini.

Razzi presenta la propria mozione e cerca di esprimere la propria opinione in merito alle unioni civili e all’adozione da parte di coppie dello stesso sesso. E il “cerca di esprimere” sembra quanto mai appropriato, alla luce dell’esplicativo video qui di seguito.

Antonio Razzi e l’intervento incomprensibile al Senato: l’ironia del web

I commenti della rete non si sono fatti attendere, a partire dal Movimento 5 Stelle, come testimoniato sia dal video pubblicato su Facebook da Laura Ferraro – portavoce M5S al Parlamento Europeo – e dai commenti dei suoi colleghi di movimento.

Non manca anche il commento caustico di nonleggerlo

Autore: Redazione

Redazione del Termometro Politico.
    Tutti gli articoli di Redazione →