Doveva partecipare al ballottaggio ma è stato arrestato. E ora?

Pubblicato il 11 Giugno 2016 alle 11:56 Autore: Redazione

Doveva partecipare al ballottaggio ma è stato arrestato. E ora?

Una strana storia quella di Donato Antonio Ponzetta, candidato sindaco di San Giorgio Ionico, comune di quasi 16mila abitanti in provincia di Taranto, avrebbe dovuto partecipare al ballottaggio il prossimo 19 giugno ma è stato arrestato. Ponzetta, appoggiato da 3 liste civiche ma anche da Conservatori e Riformisti, facente capo a Raffaele Fitto, domenica scorsa, ha raccolto 1763 voti. Un buon risultato che gli aveva consegnato il  secondo posto, con uno scarto di 1500 voti circa dal candidato Mino Fabbiano, a soli 3 voti dall’avvocato Pierluigi Morelli, appoggiato dal Pd, arrivato terzo.

ballottaggio, anomalia ballottaggio, sindaci arrestati

Doveva partecipare al ballottaggio ma è stato arrestato. E ora?

Ponzetta, imprenditore nell’import-export, adesso è in carcere: su di lui è stato spiccato un mandato d’arresto dalle autorità giudiziarie tedesche. L’accusa di frode gli è stata notificata dagli agenti della Polizia di Stato. In attesa di ulteriori dettagli sulla vicenda, pare che l’arresto di un candidato che ha superato il primo turno non sia contemplato nei regolamenti per lo svolgimento dei ballottaggi. Insomma, non è chiaro come bisogna procedere adesso.

Al Fattoquotidiano.it il candidato Morelli ha ammesso di non sapere bene cosa accadrà: “Aspettiamo delle indicazioni dalla Prefettura di Taranto e dal Ministero: è ovvio che si tratti un caso anomalo. Non sappiamo se il primo candidato ora debba concorrere da solo, ma pare altamente improbabile. Non sappiamo se Ponzetta abbia rinunciato e quindi io come terzo più votato posso accedere al ballottaggio. Qualcuno sostiene che addirittura ci sia il rischio che si debba tornare di nuovo a votare”.

L'autore: Redazione

Redazione del Termometro Politico. Questo profilo contiene articoli "corali", scritti dalla nostra redazione, oppure prodotti da giornalisti ed esperti ospiti sulle pagine del Termometro.
    Tutti gli articoli di Redazione →