30/07/2016

Europa, la mappa dei paesi in cui si vive meglio

autore: Giacomo Salvini
I paesi in Europa in cui si vive meglio

Norvegia, Olanda e Finlandia. Eccolo il podio degli Stati in cui si vive meglio in Europa. Lo studio è stato realizzato dal Boston Consulting Group che paragonato tutti i 196 stati nel Mondo. Nella mappa che qui riportiamo, realizzata dal blog di Jakub Marian, abbiamo solo lo spaccato relativo all’Unione Europea.

Europa, i primi 10 paesi in cui si vive meglio

Da un punteggio di 1 a 100, i primi 10 paesi europei per qualità della vita sono: oltre alle già citate Norvegia (100), Olanda (95) e Finlandia (94.9), Germania (93.6), Austria (92.7), Danimarca (91.3), Svizzera (91.1), Svezia (89.6), Irlanda (85.8) e Gran Bretagna (85.4). L’Italia, con il suo misero 70,6, presenta dati simili a Ungheria, Polonia e Slovacchia  in Europa, e a Bahrain e Arabia Saudita nel mondo. Meglio del Belpaese fanno sia Spagna (76) che Portogallo (75.5), mentre, per rimanere tra i paesi mediterranei, la Grecia fa nettamente peggio (62.6). Tra i paesi più significativi studiati dalla multinazionale del business troviamo dati molto più bassi negli Usa (83.7), Giappone (81.3), Brazil (49.3), Cina (46.5), India (32.6).

Europa, tutti gli indicatori per misurare il benessere

Il rapporto vuole mettere in evidenza come il Pil non possa più essere considerato l’unico fattore per valutare la qualità della vita in un determinato paese. Così, gli indicatori presi in considerazione sono ben 44 divisi in 10 macro-aree: ricchezza (redditi), stabilità economica (inflazione e Pil), occupazione (tasso di occupazione e disoccupazione), salute (accesso alla sanità ed efficienza di essa), educazione (accesso all’istruzione), infrastrutture (trasporti, ICT), eguaglianza nella distribuzione dei redditi, società civile (attivismo, uguaglianza di genere, coesione interclasse, sicurezza e affidabilità interpresonale), governance (accountability, libertà di stampa, stabilità, libertà), qualità dell’ambiente. La ricchezza è misurata attraverso l’indicatore del reddito pro-capite mentre la distribuzione del reddito attraverso il coefficiente di Gini.

Giacomo Salvini

Twitter @salvini_giacomo

 

Autore: Giacomo Salvini

Studente di Scienze Politiche alla Cesare Alfieri di Firenze. 20 anni, nato a Livorno. Mi occupo di politica e tutto ciò che ci gira intorno. Collaboro con Termometro Politico dal 2013. Su Twitter @salvini_giacomo
Tutti gli articoli di Giacomo Salvini →