articolo scritto da facebook icona autore twitter icona autore

NoiPa cedolino luglio 2017: ufficiale l’emissione straordinaria

noipa

NoiPa cedolino luglio 2017: ufficiale l’emissione straordinaria

Finalmente confermata l’emissione straordinaria del secondo cedolino di luglio 2017. Si era parlato tanto del tema proprio in virtù dei mancati rimborsi in busta paga. Una moltitudine di insegnanti hanno reclamato e esposto le loro preoccupazioni alla Pubblica Amministrazione, attraverso il portale del NoiPa.

NoiPa cedolino luglio: chi ha diritto al conguaglio

Ma, tirando le somme, chi avrà diritto al conguaglio? Il conguaglio a credito risulterà a coloro, per i quali, applicando le detrazioni fiscali sulle imposte dovute, otterranno una cifra a credito (le detrazioni superano le imposte). In caso contrario, sul cedolino verrà presentata la trattenuta a debito dell’IRPEF.

Potrebbe interessarti: NoiPa cedolino luglio 2017: conguaglio modello 730, possibili ritardi

NoiPa cedolino luglio: vedere la propria area utente

Per effettuare l’accesso al proprio archivio di cedolini basta accedere nellarea riservata del sito di NoiPa (acronimo di Noi, Pubblica Amministrazione). Per effettuare l’accesso, bisognerà completare i campi con i propri dati e le proprie credenziali (il codice fiscale come username e la password). Una volta all’interno del proprio profilo, sarà possibile visualizzare il cedolino relativo allo stipendio di marzo 2017. Se non lo trovate, pazientate solamente qualche giorno. L’emissione straordinaria dei cedolini è già cominciata e, affinché venga mostrata nella vostra area utente, potreste dover pazientare un po’.

NoiPa cedolino luglio: la risposta ufficiale sul rebus dei rimborsi

Dopo il vespaio sollevato nelle ore immediatamente successivamente ai pagamenti, NoiPa ha provveduto a chiarire la situazione. Spiegazioni, quindi, che non sono tardate ad arrivare e dallo stesso account twitter della NoiPa, si dice;

Il conguaglio fiscale viene applicato dalla rata di luglio in poi. Tuttavia l’applicazione dipende dai tempi entro cui è stato trasmesso il modello 730 all’Agenzia delle Entrate. Quest’ultima, infatti, elabora progressivamente i modelli ricevuti e successivamente invia i dati a NoiPa per applicare il conguaglio.

Potrebbe interessarti: Concorsi Agenzia Entrate: nuovo ente riscossione, guida assunzioni

ultima modifica: venerdì, 21 Luglio 2017