06/09/2017

Pensioni notizie precoci: “Ape truffa, aboliremo Fornero” Salvini implacabile

autore: Ilario Panico
pensioni ultime notizie, pensioni notizie precoci

Pensioni notizie precoci: “Ape truffa, aboliremo Fornero” Salvini implacabile

Dopo la firma al decreto dell’Ape volontaria, Salvini torna a parlare di pensioni. Nel corso di un’intervista il leader del carroccio ha detto che l’Anticipo di mercato è una cosa sbagliata nei confronti dei pensionati. Inoltre ha ribadito le proposte della Lega Nord una volta al Governo. L’abolizione della riforma Fornero è una delle prime cose da fare, ma ci sono anche altre misure da adottare. I termini sono come di consueto forti e altisonanti, ecco cosa ha detto Salvini.

Matteo Salvini, sondaggi politici, pensioni notizie precoci

Pensioni notizie precoci: Ape volontaria truffa

Nei confronti dell’Ape volontaria non usa mezzi termini durante l’intervista all’Agi. Il problema sono le modalità con le quali si permette l’uscita anticipata. Infatti “costringere i lavoratori di 65 anni a fare un mutuo in banca non va bene”. Ancor di più “dopo aver versato contributi per una vita” come la maggior parte dei casi. Salvini non usa mezzi termini “L’Ape volontaria è una truffa di Stato ai danni dei pensionati” ha dichiarato. A dire il vero anche Maurizio Landini ha usato più o meno gli stessi termini per definire l’uscita.

Pensioni notizie precoci: abolizione legge Fornero

Uno dei cavalli di battaglia della Lega è l’abolizione dell’attuale riforma delle pensioni. A questo proposito il segretario torna a ribadire gli intenti contro le regole attuali. “Il nostro impegno una volta al Governo è cancellare la Legge Fornero” ha chiosato. Occorre quindi attendere l’esito delle elezioni politiche 2018 per avere un riscontro, fa intendere Salvini. Per riformare il sistema sono sempre valide alcune delle proposte che registrano maggior successo tra gli interessati.

pensioni notizie precoci, fedriga

Pensioni notizie precoci: Quota 100 e 41, cosa cambia

L’onorevole Fedriga del Carroccio ha da tempo presentato alla Camera un ddl per l’introduzione della Quota 100. Significa che i lavoratori potrebbero uscire al raggiungimento di 60 anni d’età più 40 di contributi. Con l’aumento dell’età pensionabile verso i 67 anni, potrebbe rappresentare una vera e propria rivoluzione nel campo pensionistico. Invece la Quota 41 è già stata concessa ai precoci, ma in questi giorni si stanno moltiplicando le richieste per ampliare la misura a tutti. Il tutto risulta complicato a causa dei pochi fondi a disposizione, la legge di bilancio incombe.

LO SPECIALE SULLE PENSIONI A QUESTO LINK

SEGUI IL TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E SU TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL NOSTRO FORUM

Autore: Ilario Panico

Giornalista pubblicista classe 1993, iscritto all'albo regionale della Campania dal 2017. Responsabile SEO e coordinatore generale redazioni Termometro Politico, Quotidiano e Sportivo dal 2017. Mail [email protected]
    Tutti gli articoli di Ilario Panico →