Corea del Nord, ultime notizie: sanzioni di Trump e Cina, Kim reagisce

Pubblicato il 22 Settembre 2017 alle 14:10 Autore: Guglielmo Sano

Corea del Nord, ultime notizie: sanzioni di Trump e Cina, Kim reagisce

Trump con un nuovo ordine esecutivo espanderà il raggio d’azione delle sanzioni americane sull’economia nordcoreana. L’annuncio è arrivato dopo l’incontro di ieri con il Presidente giapponese Shinzo Abe e quello sudcoreano Moon Jae-in. I nuovi provvedimenti colpiranno, in particolare, servizi finanziari e commerci internazionali. Per esempio, non potranno entrare negli Usa navi e aerei che abbiano sostato in Corea del Nord nei 180 giorni precedenti alla richiesta di ingresso. Più in generale, il Tesoro Usa potrà multare qualunque impresa o persona abbia relazioni significative con aziende e banche nordcoreane. “Troppo spesso la Corea del Nord ha usato il sistema finanziario per il proprio programma nucleare” ha dichiarato il Segretario del Tesoro Steve Mnuchin; adesso “le istituzioni finanziarie straniere dovranno decidere se fare affari con gli Usa o con la Corea del Nord”.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

corea del nord

Nel frattempo, Kim Jong-un ha risposto a tono al discorso tenuto da Trump alle Nazioni Unite. Il leader nordcoreano ha definito il presidente Usa “mentalmente sconvolto”, un “gangster che ama giocare col fuoco”. Quelle pesanti parole indicano come “la strada che ho scelto sia quella giusta; quella che dovrò seguire fino all’ultimo” ha proseguito Kim Jong-un; poi ha lanciato l’ennesimo avvertimento dall’altro lato dell’Oceano “subiranno conseguenze oltre ogni loro aspettativa”.

Corea del Nord, ultime notizie: sanzioni di Trump e Cina, Kim reagisce

Sempre sul fronte sanzioni sembra che qualcosa si sia mosso anche a Pechino. Secondo delle indiscrezioni raccolte da Reuters, non ancora confermate ufficialmente, la Banca Centrale cinese si impegnerà a implementare rigorosamente le ultime sanzioni varate dal Consiglio di Sicurezza Onu. Quindi, le banche cinesi dovrebbero al più presto liquidare i prestiti dei propri clienti nordcoreani. Dopo aver accusato a più riprese la Cina di non fare abbastanza pressione sulla Corea del Nord, Trump stesso ha definito la mossa “molto audace” e “un po’ inaspettata”.

ISCRIVITI AL NOSTRO FORUM CLICCANDO SU QUESTO LINK

corea del nord

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →