Corea del Nord, ultime notizie: test di guerra a breve, Trump “psicopatico”

Pubblicato il 2 Ottobre 2017 alle 13:21 Autore: Guglielmo Sano
corea del nord, trump

Corea del Nord, ultime notizie: test di guerra a breve, Trump “psicopatico”

Chi provocherà la guerra con la Corea del Nord andrà incontro alla morte; un monito, un avvertimento duro, preoccupante, arriva direttamente da Pyongyang. È rivolto, come è facile aspettarsi, agli Usa e ai loro alleati sudcoreani; in un articolo, pubblicato ieri, il quotidiano Rodong Simmun, considerato la “voce” del regime di Kim Jong-un, ha scritto che gli americani “si stanno scavando la proprio fossa” minacciando la Corea. Gli americani “maniaci della guerra” non potranno contrastare “la grande avanzata” del Nord; contro i missili di Pyongyang – prosegue l’articolo – “le difese americane sono ormai inutili”; la Corea del Sud insieme agli altri “burattini di Trump” troverà uno “sbarramento di fuoco” a impedirgli l’invasione.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

corea del nord

I toni sono quelli tipici della propaganda nordcoreana; gli esperti invitano a non dargli troppo peso, per quanto tale retorica risulti aggressiva. Degna di nota, invece, l’ultima dichiarazione di Trump rispetto alla gestione della crisi nordcoreana. “Ho detto a Rex Tillerson che sta sprecando il suo tempo tentando di negoziare con Little Rocket Man (Kim Jong-un, ndR)”; il messaggio del Presidente Usa è affidato a un tweet nella giornata di domenica.

Corea del Nord, ultime notizie: test di guerra a breve, Trump “psicopatico”

Durante il suo recente viaggio in Cina, Tillerson aveva ammesso, per la prima volta, che le linee di comunicazione con Pyongyang restavano aperte in attesa di capire se ci fosse possibilità di dialogo sul nucleare. Stando alle indiscrezioni riportate dai media americani, in realtà, dei canali tra Washington e la Corea sono aperti da mesi anche se si stanno velocemente “raffreddando”. Notizie che sembrano confermate dall’ultimo tweet della portavoce del Dipartimento di Stato Heather Neuert: “I canali diplomatici con Kim Jong-un sono aperti ma non lo resteranno per sempre“. Detto ciò, sembra che Tillerson continui a credere nelle possibilità di negoziazione, nonostante l’opinione dello Studio Ovale.

ISCRIVITI AL NOSTRO FORUM CLICCANDO SU QUESTO LINK

corea del nord

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →