Corea del Nord, ultime notizie: guerra da 2 mln di morti, stime affidabili?

Pubblicato il 6 Ottobre 2017 alle 13:05 Autore: Guglielmo Sano
corea del nord

Corea del Nord, ultime notizie: guerra da 2 mln di morti, stime affidabili?

Il sito specializzato in affari nordcoreani 38 North ha calcolato l’impatto di un attacco nucleare su Seul e Tokyo. Se il regime di Kim Jong-un colpisse con l’arsenale a propria disposizione causerebbe 2,1 milioni di morti e 7,7 milioni di feriti. Secondo le stime degli esperti Pyongyang dispone di almeno 20-25 testate nucleari da 15-25 kilotoni. Il test sotterraneo del 3 settembre, invece, ha riguardato un ordigno da 180-250 kilotoni. Dagli studiosi, quindi, sono stati elaborati diverse scenari a partire da alcuni parametri di massima. Si considerano nelle possibilità del regime 25 ordigni atomici; il rendimento delle testate varia da 15 a 250 kilotoni stimando le capacità attuali e quelle future. Inoltre, si assume che l’attacco avvenga in condizioni ottimali e che la popolazione delle due città sia in uno stato di “vulnerabilità”.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

corea del nord

Corea del Nord, ultime notizie: guerra da 2 mln di morti, stime affidabili?

Per l’intelligence Usa il leader nordcoreano, al di là della retorica, resta un “attore razionale”. In pratica, Kim Jong-un sa di non poter trarre alcun vantaggio dallo scatenare un conflitto nucleare; gli interessa esclusivamente mantenere il potere: per sé e per la sua dinastia. Insomma, la Corea sta perseguendo le sue ambizioni nucleari per scopi di “deterrenza”; per scoraggiare gli Stati Uniti dal compiere qualsiasi intervento volto a destabilizzarne la leadership. Nel frattempo, vista la mancanza di alternative, gli Usa sembrano abituarsi all’ipotesi di mantenere lo stand-off con la nuova potenza atomica; memori di decenni e decenni di confronto con i sovietici. D’altra parte, nonostante l’esempio della Guerra Fredda, tale logica non è priva di rischi. Secondo alcuni studiosi, per esempio, Usa e Urss avrebbero potuto scatenare in modo “accidentale” una guerra nucleare con una probabilità del 7% all’anno, se si vuole del 50% ogni 10 anni.

ISCRIVITI AL NOSTRO FORUM CLICCANDO SU QUESTO LINK

corea del nord

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →