pubblicato: lunedì, 22 gennaio, 2018

articolo scritto da:

Influenza 2018: picco influenzale in corso, quanto dura e come curarla

Influenza 2018: picco influenzale in corso, come curarsi

Influenza 2018: picco influenzale in corso, quanto dura e come curarla.

Influenza 2018 sarà uno dei temi maggiormente ricordati di questo gennaio. Si parla della peggiore epidemia influenzale degli ultimi 14 anni. E il picco influenzale è ancora in corso, proprio in questi giorni. A essere più colpiti sono i bambini compresi nella fascia di età dagli 0 ai 4 anni. Gli effetti sono forti soprattutto nell’eventualità di una ricaduta. Proprio per questo motivo, quando l’influenza sembra passata, il consiglio è quello di allungare di qualche giorno i tempi di recupero. Al fine di non ricadere nello stato influenzale e di non contagiare gli altri. Ma quanto durerà ancora questa influenza? E come curarla al meglio?

Influenza 2018: le ultimissime notizie

Stando alle parole del presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, Walter Ricciardi rilasciate a Quotidiano.net, l’epidemia influenzale che sta circolando è “la peggiore degli ultimi 14 anni”. E “a fine stagione ci saranno più allettati di quanto previsto”. Si parla anche del vaccino quadrivalente, che non è stato somministrato da tutte le Regioni, e del problema del costo. Ricciardi però dichiara che quanto accaduto quest’anno servirà da lezione per il futuro. “Chi compra i vaccini, ovvero le Regioni, dovrebbe farlo procurando quelli a maggior copertura e non solo quelli più economici”.

Poteva anche andarci peggio. A una domanda sulle mutazioni, che vanno a rappresentare forme influenzali specialmente insidiose, Ricciardi ha risposto che per fortuna “non abbiamo avuta la variante inglese, ancora più pericolosa”. Tuttavia il livello di allerta resta alto, “i virus sono senza confini e dobbiamo stare in guardia”. Tutela della salute e prevenzione rappresentano le migliori armi per difendere i soggetti più a rischio, in particolare anziani e bambini.

Influenza 2018: quanto dura e come curarsi

Il fenomeno influenzale di questo inizio 2018 ha una durata piuttosto ampia, che può arrivare fino a 10 giorni. E che potrebbe allungarsi ulteriormente qualora il periodo di convalescenza non venga effettuato in modo opportuno. In tutto l’influenza 2018 potrebbe quindi durare fino a 2 settimane circa, ricaduta compresa. È bene quindi ritornare alle proprie attività solo dopo il definitivo completamento del periodo di recupero.

Per evitare il rischio di contagio, bisognerà assumere determinati atteggiamenti che aiuteranno a prevenire lo stato influenzale. Tra questi, il classico lavaggio frequente delle mani e l’assunzione di frutta e verdura, soprattutto per i bambini. Questi ultimi sono i più colpiti perché frequentano strutture chiuse e affollate, come gli asili. Il discorso vale anche per gli adulti, pertanto è opportuno areare per almeno una quindicina di minuti al giorno gli spazi chiusi, sia in ufficio sia a casa.

La cura più efficace per guarire dall’influenza è il riposo più completo. Solo nell’eventualità in cui i sintomi non siano leggeri, è meglio contattare il medico. In particolar modo, se si rientra in categorie particolari, come bambini piccoli, donne in stato di gravidanza, over 65 e persone che soffrono di patologie croniche. Anche l’uso degli antibiotici è sconsigliato, se non prescritti dal medico, perché l’antibiotico non fa passare lo stato influenzale.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

Bitcoin

Bitcoin

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Termometro delle Voluttà

Termometro delle Voluttà

La mano scorticata

articolo scritto da: