pubblicato: mercoledì, 21 Marzo, 2018

articolo scritto da:

Elezioni 2018 ultime notizie: accordo Berlusconi-Salvini per il Senato

consultazioni governo

Elezioni 2018 ultime notizie: accordo Berlusconi-Salvini per il Senato

Dopo le elezioni 2018, la situazione politica è in continuo movimento. Sembra essersi ricompattato nelle ultime ore il fronte del centrodestra. Berlusconi pare più disponibile a seguire il sentiero tracciato da Salvini. Ovvero una possibile alleanza con il Movimento 5 Stelle. Rivista la posizione di Forza Italia pare si aprano spiragli sulla possibilità che siano gli azzurri ad indicare il nome del prossimo Presidente del Senato. Fermo restando che il Presidente della Camera sembra essere destinato ad un esponente dei 5 Stelle. Mentre per il Senato è probabile che tocchi a qualcuno della Lega o ad altri alleati del centrodestra. Sebbene nel PD c’è chi spera che i primi due partiti più votati, M5S e Lega, possano offrire la presidenza alle opposizioni.

Elezioni 2018, apertura di Berlusconi

Cosa può aver convinto Berlusconi a rendere meno dura l’intransigenza per una intesa tra Salvini e Di Maio? Le possibili cause sono due. Voler evitare un ritorno alle urne che la mancata formazione di un governo finirebbe per rendere quasi inevitabile. La seconda è più tattica: dare il via libera alla trattativa condotta da Salvini nella convinzione che la stessa non porterà frutti.

Elezioni 2018, rebus Senato e Friuli

Le indiscrezioni parlano dell’ipotesi che Salvini possa concedere l’indicazione del Presidente del Senato agli alleati di Forza Italia. In cambio tra i due alleati ci potrebbe essere una intesa allargata al Friuli Venezia Giulia dove anziché Renzo Tondo di Forza Italia potrebbe correre per la presidenza della Regione il leghista Massimiliano Fedriga.

Accise sulla benzina, Salvini ‘le cancelleremo subito’

Elezioni 2018, veto del M5S

Tuttavia l’intesa tra gli alleati di centrodestra potrebbe ancora incontrare molti ostacoli. Si vocifera che il designato alla Presidenza del Senato tra gli azzurri possa essere Paolo Romani. L’ostacolo sarebbe in tal caso rappresentato dalla posizione del M5S. Come affermato da Giulia Grillo e Danilo Toninelli ‘il percorso tracciato con trasparenza proseguirà nei prossimi giorni’, ma i due hanno aggiunto ‘tenendo salda la nostra contrarietà a presidenti che abbiano condanne o processi in corso’. Condizione che terrebbe Romani fuori dalla corsa.

Elezioni 2018, Brunetta promuove Romani

Sulla designazione di Romani sembrano invece esserci pochi dubbi in Forza Italia. Almeno stando alle parole decise di Renato Brunetta: ‘la figura che più di ogni altra può legittimamente candidarsi alla carica di presidente del Senato è quella di Paolo Romani’. Circa il veto posto dai 5 Stelle il capogruppo di Forza Italia spiega: ‘ogni tentativo di esclusione, sulla base di principi astratti, decontestualizzati e francamente inaccettabili, è da rispedire al mittente“.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

articolo scritto da: