pubblicato domenica, 25 Marzo 2018

articolo scritto da

Sondaggi SWG, comportamento dei leader: Salvini e Di Maio i più apprezzati

governo ultime notizie

Sondaggi SWG, comportamento dei leader: Salvini e Di Maio i più apprezzati

Archiviata la pratica delle presidenze di Camera e Senato, tocca affrontare l’argomento più difficile: la formazione dell’Esecutivo. A breve cominceranno le consultazioni al Quirinale, con Mattarella che entrerà in scena, come previsto dalla Costituzione.

Dal 4 marzo sono passate 3 settimane e sembra che l’aria di odio, rabbia e rancore che aleggiava alle idi del mese, stia lasciando il posto a una corrente moderatrice, portata dai leader delle due formazioni vincenti. Luigi Di Maio Matteo Salvini sembra abbiano trovato una grande affinità e hanno risolto, in poco tempo, il rebus delle Presidenze di Camera (Roberto Fico – M5S) e Senato (Maria Elisabetta Alberti Casellati – FI).

In questo sondaggio di SWG – somministrato prima delle votazioni per le Presidenze – si chiede agli intervistati il loro parere sul comportamento dei leader di partito. Nonostante nessuno dei leader considerati raggiunga la piena sufficienza, Salvini e Di Maio primeggiano, staccando – di molto – tutti gli altri referenti principali delle forze politiche entrate in Parlamento.

Sondaggi politici SWG, comportamento dei leader: Salvini e Di Maio ex aequo con consenso trasversale

SWG sottopone il seguente quesito ai suoi intervistati;

In questa prima fase post elezioni, secondo lei, come si stanno comportando i leader di partito? Utilizzi un voto da 1 a 10 in cui 1=totalmente negativo, 10=totalmente positivo. (% di voti da 6 a 10)

Vediamo, così, che Salvini e Di Maio condividono questo onorevole primato, con il 46% degli italiani che reputa positivo o abbastanza positivo il lavoro dei leader di Lega e M5S. Se per Di Maio non c’erano tutti dubbi (è il leader della prima formazione, che ha ottenuto oltre il 32% dei consensi), Salvini merita un discorso a parte. Il Segretario del carroccio ottiene la stessa valutazione di Di Maio, pur guidando un partito con quasi la metà dei consensi. La svolta conciliatrice e dialogante – almeno all’apparenza e, per ora, comprovata dalla disponibilità a discutere positivamente delle presidenze di Camera e Senato – ha incrementato notevolmente il consenso nei suoi confronti. La Lega non fa più paura e anche i sondaggi dimostrano una crescita inarrestabile, ai danni di Forza Italia e, in misura minore, Fratelli d’Italia.

Sondaggi SWG, comportamento dei leader: ultimi Martina e Grasso

Dopo Salvini e Di Maio, si apre una “voragine” di consenso. In terza posizione troviamo Giorgia Meloni, il quale operato post-elettorale viene apprezzato dal 28% del campione. Risultato superiore a quello ottenuto dal Cavaliere, probabilmente intimorito dalla possibilità di una coalizione di Governo M5S-Lega che lasci fuori i forzisti. Berlusconi riceve il thumb up da poco meno di 1 italiano su 4 (24%).

ultimi sondaggi, sondaggi politici elettorali, media sondaggi

Chiudono la classifica i leader delle forze di sinistra e centrosinistra. Maurizio Martina – Vicesegretario del PD – viene promosso dal 21% del campione. Martina, seguendo la linea impostata da Matteo Renzi, propone un PD all’opposizione e chiuso al dialogo con i pentastellati.

Pietro Grasso chiude la classifica di gradimento del comportamento dei leader. Per il candidato premier di Liberi e Uguali, appena un 13% di consenso.

sondaggi politici fiducia leader

PAGINA SPECIALE SULLE ELEZIONI POLITICHE A QUESTO LINK

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

articolo scritto da: