• 1
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: giovedì, 5 aprile, 2018

articolo scritto da:

Pagelle Champions League, Barcellona-Roma 4-1: Al ritorno serve il miracolo

Pagelle Serie A Inter-Roma, edin dzeko roma ultime notizie Barcellona-Roma Pagelle Champions League

Pagelle Champions League, Barcellona-Roma 4-1: Al ritorno serve il miracolo

I catalani vincono con un risultato tondo ma bugiardo, visto gli episodi che hanno indirizzato il match. Il rigore non concesso per fallo su Dzeko, gli autogol di De Rossi e Manolas aumentano il rammarico della Roma, che martedì dovrà realizzare un autentico miracolo per proseguire in Champions League.

Pagelle Champions League, Barcellona-Roma. I voti del Barcellona: Rakitic padrone del centrocampo

Marc-André TER STEGEN 6,5 – Battuto senza colpe da Dzeko, rischia il paperone su Defrel ma poi se la cava, ripetendosi su Perotti.

Nelson SEMEDO 5,5 – L’anello debole della difesa del Barcellona: rischia di commettere un fallo da rigore e nel finale arranca dietro a Perotti.

Gerard PIQUÉ 7 – Anche lui tiene le antenne sempre dritte quando la Roma attacca, ma quando c’è bisogno di lui non tradisce: puntuale nelle chiusure difensive, letale sotto porta.

Samuel UMTITI 6 – Fa venire i brividi in un paio di occasioni quando porta palla nei pressi dell’area e commette un fallo su Pellegrini che rischia di costare caro.

Jordi ALBA 6 – “Strano” il duello con Bruno Peres. Fatica a superare il brasiliano e a portarsi sul fondo. In difesa ha pochi grattacapi, ma nel finale non chiude su Dzeko.

Sergi ROBERTO 6 – Uno dei meno appariscenti nel Barcellona. Offensivamente non è un fattore, anche se pure lui si produce in qualche volata (dall’83’ André GOMES s.v.)

Ivan RAKITIC 7 – Padrone del centrocampo. Si inserisce, lancia, scambia con i compagni ed è un’insidia costante sotto porta: colpisce un palo e propizia il 2-0 di Umtiti.

Sergi BUSQUETS 6,5 – Tornato in extremis da un infortunio a un piede, disputa poco più di un’ora di buon livello. A centrocampo la sua capacità di mettere ordine si avverte sempre (dal 66′ PAULINHO 6 – Poco meno di mezz’ora a disposizione, senza squilli particolari ma con parecchia sostanza)

Andres INIESTA 6,5 – Delizioso quando porta palla, la scambia con Messi e la imbuca per i compagni. Spesso raddoppiato, trova comunque il modo di “ipnotizzare” De Rossi (dall’85’ Denis SUAREZ s.v.)

Lionel MESSI 6,5 – Non segna nessuno dei quattro gol del Barcellona: un evento. Però è una minaccia costante quando porta palla. Solo triplicandolo lo si può fermare.

Luis SUAREZ 7 – Cerca in gol in tutti i modi, anche in maniera piuttosto frenetica, e alla fine lo trova meritatamente. In Champions non segnava dalla gara del 6-1 al Psg.

Pagelle Champions League, Barcellona-Roma. I voti della Roma: Dzeko accende una luce

ALISSON 6 – Fa quel che può, opponendosi in qualche modo ai vari tentativi di Messi e compagnia. Non gli si può imputare nessuna delle 4 reti del Barcellona.

Bruno PERES 6,5 – Bene, contro ogni previsione. Gioca con personalità, limita Jordi Alba e se la cava anche nelle situazioni più complicate.

Kostas MANOLAS 5,5 – Controlla Messi e compagnia per un tempo e poi cede: l’inizio della ripresa, tra un posizionamento rivedibile e l’altro, è il suo momento peggiore.

Federico FAZIO 6 – Vedi Manolas. Attento per buona parte del match, impotente quando il Barcellona si impossessa dell’area giallorossa. Ha però meno responsabilità del greco.

Aleksandar KOLAROV 6 – Difensivamente non gli si possono imputare grandissime colpe. Nella seconda parte di gara sale di tono anche offensivamente.

Kevin STROOTMAN 5,5 – Schierato sul centro-destra del centrocampo, si batte ma senza troppa fortuna. Ha una buona chance nella ripresa, ma Piqué lo mura.

Daniele DE ROSSI 5,5 – Sarebbe anche il migliore tra i tre centrocampisti giallorossi: pulisce palloni sporchi e fa muro. Ma l’autorete del 38′ è troppo grave per poter essere ignorata (dal 77′ Gregoire DEFREL 5,5 – El Shaarawy gli offre uno dei migliori palloni possibili, ma lo scialacqua tra le braccia di ter Stegen)

Lorenzo PELLEGRINI 5 –  Si guadagna una punizione dal limite, però sono troppi gli errori puramente tecnici a centrocampo. E si perde Rakitic nell’azione del raddoppio (dal 60′ Maxime GONALONS 4,5 – Gioca solo mezz’ora, ma fa peggio di tutti. Perdendosi quasi subito a centrocampo e regalando a Suarez un comodo pallone da sparare alle spalle di Alisson)

Alessandro FLORENZI 5 – Schierato qualche metro più avanti in un undici più conservativo, si batte e ripiega, ma in avanti non incide mai: tanti errori e zero pericolosità (dal 72′ Stephan EL SHAARAWY 6 – Porta freschezza all’attacco giallorosso, servendo a Defrel un pallone che il francese spreca)

Edin DZEKO 6,5 – Chiede subito un rigore, ma inutilmente. Poi perde fiducia, venendo servito poco e male dai compagni. Si riscatta nel finale con il gol dell’illusorio 3-1.

Diego PEROTTI 6,5 – Molle e poco convinto per gran parte della gara, tanto da sprecare una clamorosa occasione di testa. Poi rinasce nel finale, tra spunti continui, conclusioni e l’assist che manda in gol Dzeko.

 

 

Sondaggio

Sondaggio su Saviano

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

Bitcoin

Bitcoin

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Termometro delle Voluttà

Termometro delle Voluttà

Conte o non Conte

articolo scritto da: