• 2
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: domenica, 15 aprile, 2018

articolo scritto da:

Liga spagnola, Atlético Madrid-Levante: 3-0. Tutto facile per il Cholo

Atlético Madrid-Levante coreografía liga spagnola

Foto Atlético Madrid/Álex Marin

Liga spagnola, Atlético Madrid-Levante: 3-0. Tutto facile per il Cholo

L’ Atlético Madrid, dopo lo scivolone esterno in casa dello Sporting Lisbona (sconfitta senza conseguenze per l’avanzamento della rojiblanca in Europa League), torna a vincere e convincere. Un 3-0 rotondo, netto e insindacabile. Correa e Vitolo sugli scudi. Nel día del niño, segna proprio il protagonista della settimana biancorossa: Fernando Torres. Per lui, arriva il gol numero 100 in Liga.

32a Liga spagnola, Atlético Madrid-Levante: le formazioni

ATLÉTICO MADRID (4-4-2). Oblak; Lúcas, Godín, Savic, Vrsaljko; Vitolo, Koke, Saúl, Correa; Griezmann, Gameiro; a disposizione: Werner (s.p.), Olabe, Aguero, Fernando Torres, Juanfran, Gabi, Giménez. Allenatore: Simeone.

LEVANTE (4-4-2). Oier; Aly, Rober Pier, Cabaco, Paco López (C); Morales, Campaña, Lerme, Jason; Sadiku, Roger; a disposizione: Koke (s.p.), Chema, Bardhi, Ivi, Postigo, Pazzini, Lukic. Allenatore:  Paco López

32a Liga spagnola, Atlético Madrid-Levante: il tabellino

GOL. Correa (33′, assist Vitolo),  Griezmann (48′, assist Vrsaljko), Fernando Torres (77′, assist Correa).

AMMONIZIONI. ATM: Lucas (29′), Griezmann (44′). LEV: Pedro López (34′)

SOSTITUZIONI. ATM: 58′ Griezmann (OUT) Torres (IN); 61′ Koke (OUT), Gabi (IN); 76′ Vitolo (OUT) Juanfran (IN). LEV: 46′ Sadiku (OUT) Bardhi (IN); 46′ Jason (OUT) Ivi (IN); 78′ Aly (OUT) Chema (IN).

SPETTATORI: 58.043

32a Liga spagnola, Atlético Madrid-Levante: l’analisi del match

Simeone prepara molto bene al gara contro un arcigno Levante, in piena lotta per la salvezza. La seconda squadra di Valencia è alla ricerca di punti preziosi per ricacciare indietro il Deportivo La Coruña, finalmente rigenerato dopo una lunga serie di cattivi risultati. Paco López prova a fare jackpot al Metropolitano, optando per una formazione a trazione offensiva. Uno schieramento che offre il fianco alle ripartenze della rojiblanca e che giova ai velocisti della formazione del Cholo Simeone.

La prima frazione di gioco è decisamente combattuta, con un Levante non pericoloso ma comunque guerrigliero. L’Atlético Madrid, dalla sua, ha un Correa e un Vitolo in grande spolvero. Il giovane argentino e la promessa spagnola sono in costante crescita. Proprio Angelito risulta essere l’uomo più pericoloso della formazione di casa, agendo tra i reparti come collante e liberando Gameiro dalla pressione della difesa avversaria. Una scelta forse insolita, considerando le caratteristiche – e i ruoli – dei due giocatori. Il francese non sembra in giornata. Gameiro appare timoroso e i due centrali – Cabaco e Pier – lo neutralizzano efficacemente. Nonostante il Levante sia riuscito ad addomesticare il numero 21 della rojiblanca, non si può dire lo stesso riguardo la copertura di Correa, Vitolo e Griezmann. Il neoacquisto dell’Atlético risulta essere una vera e propria spina nel fianco debole dei bianconeri: la fascia destra del Levante. Complice l’ammonizione del capitano Pedro López, la squadra ospite accusa le folate che provengono dalla corsia di sinistra “sponda Atlético”. La continua pressione su quella fascia permette, in realtà, di agire con maggior libertà sul lato opposto. Lì, dove Vrsaljko la fa da padrone, insieme a un ispirato Koke. Nonostante la generosa prestazione di Aly – terzino sinistro del Levante -. la formazione ospite non riesce a trovare la quadratura del cerchio e, con il passare dei minuti, le falle difensive diventano voragini. Dopo il 2-0, il Levante smette di preoccuparsi della fase difensiva e, nonostante una maggior pericolosità creata dalle parti di un irreprensibile Oblak, la formazione valenciana corre sempre più rischi.

Fernando Torres. All credits to Atlético Madrid/ Ángel Gutiérrez.

L’entrata di Gabi al posto di Koke decreta, come di consuetudine, la volontà del Cholo Simeone di anestetizzare il match. C’è tempo, però, per il gol di uno dei protagonisti della giornata e, chissà, dell’intera stagione colchonera. Fernando Torres, entrato al 58esimo minuto al posto della stella Griezman, la butta dentro al 77esimo per il definitivo 3-0, su assist eccezionale di Correa. Il Levante, totalmente disarmato, comincia a giocare a lanci lunghi e guizzi poco intelligenti, segno di una certa mancanza di idee e, ovviamente, di fiducia. Dopo il gol del Niño Torres, la partita si addormenta definitivamente. L’Atlético Madrid rallenta i ritmi, abbassa il baricentro e centellina il pressing. L’Atlético Madrid vince con merito, portando a casa i 3 punti e mettendo pressione ai cugini del Real, attualmente a -7 e con una partita in meno.

SEGUI IL TERMOMETRO SPORTIVO ANCHE SU FACEBOOK, TWITTER E TELEGRAM

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

 

Sondaggio

Sondaggio su Saviano

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

Bitcoin

Bitcoin

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Termometro delle Voluttà

Termometro delle Voluttà

Conte o non Conte

articolo scritto da: