articolo scritto da facebook icona autore twitter icona autore

Governo ultime notizie: M5S-Lega alleati alle elezioni, Salvini ci prova

governo 2018, sondaggi elettorali

Governo ultime notizie: M5S-Lega alleati alle elezioni, Salvini ci prova.

C’è un contratto di governo che ha delle buone basi; ci sono dei giorni di dialogo attorno a un tavolo; c’è stata la possibilità più che mai vicina di salire a Palazzo Chigi. Poi è bastato un nome a rovesciare il tavolo e a mescolare le carte. Sul governo ultime notizie guardano già alle prossime elezioni. Che potrebbero tenersi subito dopo l’estate, qualora il Parlamento non voti la fiducia al governo Cottarelli; oppure nel 2019, magari contestualmente alle elezioni europee. Ma l’obiettivo per chi si è seduto attorno a quel tavolo e ha sentito l’odore della premiership è un ritorno alle urne più celere possibile. Per alcuni potrebbe essere l’ultima occasione.

Governo ultime notizie: M5S-Lega alleati alle elezioni?

Il Movimento 5 Stelle ha scoraggiato una parte del suo elettorato (quella più tendenzialmente di sinistra). E alle prossime elezioni potrebbe perdere consensi. La Lega ha bisogno dei 5 Stelle se si dovesse rompere la coalizione con il centrodestra. “Berlusconi parla come la Merkel”, ha detto ieri il leader della Lega. E poi non è andata giù che il Cavaliere non abbia preso le sue difese contro Mattarella. L’asse, insomma, sembra essersi rotto. E in mezzo c’è pure Fratelli d’Italia, che potrebbe pensare seriamente al suo futuro. E allora lo scenario appare chiaro. Lega e Movimento 5 Stelle alleati alle elezioni. Con l’obiettivo di spartirsi il Paese. La Lega, ovviamente, al Nord. Il Movimento 5 Stelle a proseguire alla conquista del Sud. Un plebiscito previsto? Non è detto. Pesano le scelte, pesano i timori di Bruxelles e dei mercati. E pesa soprattutto la mancanza di un qualche avversario temibile.

Governo ultime notizie: M5S-Lega uniti? La questione Europa

Lega e M5S avrebbero la maggioranza, potrebbero vincere di nuovo, stavolta con i numeri, e presentare a Mattarella lo stesso programma di governo; “che ha delle buone basi”, come ha affermato Salvini. E in mezzo c’è la questione Europa. Cominciano a circolare e a diffondersi quasi senza controllo le voci che Salvini e Di Maio in realtà abbiano mentito ai loro elettori. I due leader dovranno chiarire sulla volontà di restare o uscire dall’euro. Nel primo caso, ovviamente, alle condizioni di Bruxelles. Il possibile referendum sull’euro era presente sulla prima bozza di contratto. Poi è sparita, pur restando l’intenzione di ridiscutere i trattati Ue. Poi c’è stata la volontà di designare Paolo Savona al Ministero dell’Economia. Le sue posizioni euroscettiche hanno convinto Mattarella a voltare la carta, pur consapevole dei rischi che avrebbe corso.

Sui social in molti hanno preso le sue difese con appositi hashtag. E dall’altra parte, parimenti, gli elettori delusi dall’esito di questo mancato esecutivo gridano al complotto, alle responsabilità dell’Europa e dei poteri forti, seguono l’ombra di un impeachment annunciato, minacciato, che probabilmente resterà quello che è: una parola proferita in un momento di sconforto. Ma c’è anche quella parte di elettorato meno “social” che in questo esecutivo ci credeva. E che in silenzio aspetterà solo il ritorno alle urne per rimettere ancora una volta lo stesso segno. Il rischio di una larga maggioranza è molto ampio, in questo momento. E sarà curioso di analizzare i prossimi sondaggi politici.

Governo ultime notizie: M5S-Lega alle elezioni, Salvini e Di Maio ci provano

Più passa il tempo, più aumentano le possibilità che alle prossime elezioni Lega e Movimento 5 Stelle vadano assieme. Adnkronos, citando proprio fonti M5S, titola che un’alleanza tra pentastellati e leghisti non è per nulla esclusa. E in una intervista a Repubblica, Salvini ha dichiarato che “il contratto sottoscritto insieme non sarà carta straccia. Sono state poste buone basi per lavorare insieme”. E se dovessero andare assieme alle nuove elezioni, la campagna elettorale sarebbe già scritta nero su bianco. Perché si baserebbe tutta su quel programma di governo che in molti hanno letto (approvandolo o meno). A caldo, interpellato sulla cosa, Salvini ha dichiarato di avere bisogno di tempo e calma per ragionare su una ipotesi di questa genere. “Sono ancora troppo inc… per fare questo tipo di ragionamenti”. Ribadendo però la piacevola scoperta dei 5 Stelle: “Non li conoscevo, ma ho trovato persone serie e di buonsenso, che hanno mantenuto la parola data”. Insomma, l’impressione è che ci attenderà un’estate più rovente del solito.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

ultima modifica: lunedì, 28 Maggio 2018