articolo scritto da facebook icona autore twitter icona autore

Tfs e liquidazione: tassazione Irpef agevolata, ecco per quali lavoratori

Tfs tassazione Irpef agevolata

Tfs e liquidazione: tassazione Irpef agevolata, ecco per quali lavoratori.

Le ultime novità sul Tfs e sulla tassazione Irpef agevolata del trattamento di fine servizio rimandano ancora allo stesso articolo 1 (comma 9) di una vecchia legge del 2006. Più precisamente la legge 296/2006. Infatti, nello stesso si legge che “ai fini della determinazione dell’imposta sul reddito delle persone fisiche dovuta sui trattamenti di fine rapporto, sulle indennità equipollenti e sulle altre indennità e somme connesse alla cessazione del rapporto di lavoro […] si applicano, se più favorevoli, le aliquote e gli scaglioni di reddito vigenti al 31 dicembre 2006”. Ciò significa che è rimasta inalterata la clausola di salvaguardia presente nella suddetta legge; nonostante nel corso degli ultimi anni siano stato fatti dei tentativi per toglierla. E quindi per adeguare i lavoratori del pubblico impiego ai nuovi scaglioni introdotti dal 1° gennaio 2007.

Tfs: tassazione Irpef agevolata per chi?

I medesimi lavoratori potranno quindi usufruire ancora della tassazione Irpef agevolata del Tfs. Questi appartengono a determinate categorie. Composte da personale a tempo indeterminato assunto entro il 31 dicembre 2000; nonché il personale non contrattualizzato come i militari, la magistratura, i professori universitari.

Come riporta PensioniOggi, la clausola di salvaguardia permette la tassazione agevolata del Tfs contando le aliquote e gli scaglioni validi fino al 31 dicembre 2006. Questo risulta essere un beneficio fiscale non indifferente soprattutto per chi percepisce redditi più bassi. Va infatti ricordato che i nuovi scaglioni Irpef introdotti nel 2007 hanno mantenuto l’aliquota del 23% abbassando però il limite massimale di reddito: 15 mila euro annui anziché i precedenti 26 mila euro. Oggi, chi guadagna 26 mila euro (e fino a 28 mila euro) sarebbe tassato del 27%.

Flat Tax, a chi conviene davvero? La simulazione del contratto di governo.

Più alte le percentuali (dal 2007 in poi) per chi guadagna sopra i 28 mila euro: 38% fino a 55 mila euro; 41% fino a 75 mila euro; 43% sopra i 75 mila euro. Piuttosto ampio il divario considerando che fino alla fine del 2006, chi superava i 100 mila euro era soggetto a una tassazione Irpef del 41%. Ma fino a 100 mila euro l’aliquota era “appena” del 39%.

I soggetti rientranti nel regime del Tfs che guadagnano da 15 mila a 26 mila euro annui, potranno dunque beneficiare di un importante quanto generoso beneficio fiscale. Che consentirà di pagare loro un quantitativo minore di tasse rispetto a quanto andrebbe effettivamente dovuto con le aliquote attualmente in vigore.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

ultima modifica: lunedì, 4 Giugno 2018