•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: lunedì, 28 luglio, 2014

articolo scritto da:

Tavecchio – Albertini, scontro generazionale come Bersani – Renzi

tavecchio

“Opti Poba è venuto qua che prima mangiava le banane e adesso gioca titolare nella Lazio” entra di diritto negli annali delle storiche “figure di m” calcistiche messe a segno dai dirigenti federali. Tavecchio ha sperato tanto che la sua malaugurata esternazione durante il discorso programmatico di due ore – nemmeno Ėjzenštejn sarebbe riuscito a ideare mattone più pesante – passasse sotto traccia o venisse dipinta come una dichiarazione colorita e buffoneggiante al fine di stemperare la tensione, invece è tutt’ora sulla bocca dei vertici mondiali della FIFA e del calcio europeo.

tavecchio abate

Il Tavecchiano Opti Poba ha scatenato le ire dei giornalisti d’oltralpe chiaramente intenzionati a difendere l’astro nascente Paul Pogba, uno dei calciatori di colore dal nome più simile a quello pronunciato dal candidato alla Federcalcio. Non solo i francesi si sono scagliati contro Tavecchio: anche gli spagnoli AS e Vanguardia hanno attaccato il dirigente italiano, mentre il presidente della federazione calcistica inglese, Greg Dyke, ha colto l’occasione per offrire uno spunto di riflessione molto interessante: “Dobbiamo guardare al modo in cui integrare la popolazione inglese del ventunesimo coerentemente con il mix etnico che ha assunto negli ultimi anni. Se andiamo avanti così a dirigere il calcio , vecchi, bianchi, maschi, diventeremo sempre più irrilevanti a livello calcistico”.

Nonostante la bufera scoppiata, Tavecchio non ha intenzione di ritirarsi dalla corsa alla presidenza della FIGC nonostante abbia sicuramente perso quei voti di vantaggio su Albertini. Sicuramente gioiscono i sostenitori della rottamazione tout court, come gli editorialisti della Gazzetta ed alcuni presidenti di Serie A come Agnelli o Ferreri: la candidatura di Tavecchio, al contrario di quella di Albertini, avrebbe significato una relativa continuità con la gestione Abete, ritenuta spesso e volentieri la causa dell’arretratezza del calcio italiano.

albertini

Nonostante l’autorete di Tavecchio, non è detto che Albertini avrà la strada sgombra per il ruolo di presidente della FIGC: il conservatorismo all’italiana si è sempre espresso ai massimi livelli anche e soprattutto nei rapporti fra calcio e politica,

 

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

Bitcoin

Bitcoin

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Termometro delle Voluttà

Termometro delle Voluttà

Solidarietà al popolo ungherese

articolo scritto da: