•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: giovedì, 21 giugno, 2018

articolo scritto da:

Voucher digitalizzazione 2018: importi assegnati, elenco imprese in pdf

Voucher digitalizzazione 2018 elenchi imprese

Voucher digitalizzazione 2018: importi assegnati, elenco imprese in pdf.

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha aggiornato la comunicazione inerente al voucher digitalizzazione. Il Mise ha infatti reso noto che risulta disponibile e consultabile l’elenco delle imprese ripartite per regione alle quali sono state assegnate le agevolazioni; l’elenco è comprensivo dell’importo del voucher prenotato. Nella nota si legge che “l’elenco è stato definito a seguito dell’integrazione della dotazione finanziaria dell’intervento e dell’espletamento dei controlli amministrativi su tutte le domande presentate”. Il voucher prevede un importo inferiore a 10.000 euro per le aziende; ai fini di una digitalizzazione e modernizzazione tecnologica dei processi d’impresa.

Ciascuna azienda potrà beneficiare del voucher per un massimo del 50% del totale delle spese ammissibili. Il progetto di innovazione dovrà avere una durata non superiore a 6 mesi (a partire dal 14 marzo 2018). Ciò significa che tale processo dovrà essere definito entro il 14 settembre 2018. Il Mise ha quindi informato le imprese a cui è stato assegnato il voucher, che la richiesta di erogazione potrà essere presentata a partire del 14 settembre 2018. E per i successivi 90 giorni, quindi entro il 13 dicembre 2018.

Voucher digitalizzazione 2018: imprese assegnatarie e altre informazioni utili

L’elenco delle imprese assegnatarie del voucher, ripartite per regione, è incluso nell’allegato A al decreto diffuso dal Mise. Inoltre, sono avvenute altre due pubblicazioni di elenchi, in rispettivi allegati. Una ha riguardato l’elenco delle imprese per cui non c’è corrispondenza fra gli aiuti dichiarati in sede di domanda e quelli registrati nel Registro nazionale degli aiuti di Stato. L’elenco lo si può consultare nell’allegato B. Il secondo elenco riguarda le imprese per cui non c’è corrispondenza tra la dichiarazione rilasciata in domanda relativa al requisito Deggendorg e i dati che sono inseriti nel Registro nazionale degli aiuti di Stato. Quest’ultimo elenco è consultabile nell’allegato C.

Le imprese che rientrano in questi ultimi due elenchi sono quindi chiamate a superare le cause che hanno impedito il loro inserimento nell’elenco delle imprese assegnatarie. Una volta terminata questa fase risolutiva, il Mise emanerà nuovi provvedimenti per la concessione delle agevolazioni.

Bollo auto 2018: calcolo e confronto con l’europeo.

Voucher digitalizzazione 2018: domanda di erogazione agevolazione

Come abbiamo scritto sopra, dal 14 settembre 2018 si avranno 90 giorni di tempo per presentare la domanda di erogazione delle agevolazioni; previa presentazione del progetto; nonché il pagamento a saldo delle spese relative. La domanda potrà essere presentata tramite apposita procedura online. Quest’ultima sarà messa a disposizione dal Mise sul suo sito internet.

Alla domanda di erogazione bisognerà allegare apposita documentazione; attestante i titoli di spesa con le diciture specifiche previste dalla normativa; gli estratti del conto corrente usato per i pagamenti e collegato al progetto; le liberatorie sottoscritte dai fornitori dei beni e servizi acquisiti; nonché il resoconto sulla realizzazione del progetto, comprendente i costi sostenuti, basandosi sullo schema presente nell’allegato 5 del decreto direttoriale del 24 ottobre 2017.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Sondaggio

Sondaggio su Saviano

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

Bitcoin

Bitcoin

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Termometro delle Voluttà

Termometro delle Voluttà

Conte o non Conte

articolo scritto da: