pubblicato: martedì, 17 Lug, 2018

articolo scritto da:

Pensioni ultime notizie: Quota 100 e 41, Anief attacca l’Inps

Pensioni ultime notizie: Quota 100 e 41, Anief contro Inps

Pensioni ultime notizie: Quota 100 e 41, Anief attacca l’Inps.

Sul fronte pensioni ultime notizie rilanciano gli alert dell’Inps sull’introduzione di Quota 100 e Quota 41 a sostituire la riforma Fornero. Dopo la risposta del governo, che di fatto accusa la scarsa volontà da parte dell’istituto previdenziale di collaborare, anche i sindacati si mettono in prima linea. In particolar modo Anief, che per voce del suo presidente Marcello Pacifico non ha ancora ben compreso perché l’Inps non apre un confronto costruttivo con le parti sociali e con il governo al fine di trovare una soluzione condivisa. Il fatto è che recentemente l’Inps ha fornito 4 scenari economici che sarebbero conseguenza di quello che accadrebbe in caso Quota 100 (e Quota 41) venissero introdotte. Sono scenari terribili sotto l’aspetto numerologico, perché vanno a quantificare costi elevati. Ma non a tutti piacciono questi allarmi ingiustificati.

Pensioni ultime notizie: Anief contro Inps su Quota 100 e 41

Al presidente Anief Marcello Pacifico non piacciono per nulla gli allarmismi dell’Inps; né tantomeno le “proiezioni tutte da verificare”. Per il giovane sindacato, infatti, l’istituto dovrebbe impegnarsi maggiormente per “tutelare le posizioni di chi ha lavorato una vita e ora chiede soltanto di vedere esaudito un suo diritto”. La protesta di Anief contro l’Inps sui temi Quota 100 e Quota 41 si fa poi ancora più accesa. “L’Inps non può pensare solo di gestire i soldi dei pensionati rimandando a oltranza la loro uscita dal lavoro. Gestisca in modo corretto le pratiche del personale scolastico; poiché settembre è vicino e 5 mila docenti non hanno ancora la certezza di andare in pensione”.

Poi c’è tutto il sistema pensionistico da vedere, e il conseguente confronto con quelli europei. “Sarebbe opportuno che l’Inps richiedesse i contributi figurativi mai versati e riprogrammi un sistema più vicino all’Europa; dove si va in pensione a 63 anni e non a 67. Senza contare Francia e Germania, dove si va in pensione con 25 anni di insegnamento”.

LO SPECIALE SULLE PENSIONI A QUESTO LINK

Pensioni ultime notizie: Anief su Inps, “Crea terrore psicologico”

L’istituto è anche accusato di creare terrore psicologico, quando snocciola i suoi numeri sugli effetti dell’introduzione di Quota 100 e 41; e dunque sul superamento della riforma Fornero. “L’Inps aggiorni il suo sistema d’archivio, valutando il servizio svolto per 365 giorni e non 360; perché con questo sistema si beffano ulteriormente i lavoratori già vessati da riforme e controriforme che hanno sempre più assottigliato la portata dei loro contributi previdenziali”. Infine, Pacifico pone i riflettori sul precariato svolto, auspicandone una valutazione. “Perché l’onere di aver fatto una supplenza breve o annuale non può essere un aggravio per il lavoratore”.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

articolo scritto da: