pubblicato: domenica, 30 Set, 2018

articolo scritto da:

Pensioni ultime notizie: Quota 100 e 40 anni e basta, rabbia Camusso

Pensioni ultime notizie: Quota 100 e 40 anni

Pensioni ultime notizie: Quota 100 e 40 anni e basta, rabbia Camusso.

Camusso su Quota 100 a 40 anni. Le dichiarazioni


Sul fronte pensioni ultime notizie fanno risuonare le parole della leader Cgil Susanna Camusso, i suoi commenti alle recenti dichiarazioni di Salvini e Di Maio. Dichiarazioni reiterate che si rincorrono da un po’ di tempo, ma che potrebbero rappresentare solo slogan “da campagna elettorale”. Nelle loro apparizioni televisive, infatti, i due vicepremier hanno continuano a spingere sugli stessi temi cari ai loro partiti e ai loro elettori. Da un lato Matteo Salvini ha parlato di flat tax per le imprese e le partite Iva con aliquota Irpef al 15%. Dall’altro Luigi Di Maio ha focalizzato l’attenzione sul reddito di cittadinanza. Che non consisterebbe nel “dare i soldi alle persone per stare sul divano”. Sulle dichiarazioni recenti dei leader di Lega e M5S, è arrivato puntuale il commento di Susanna Camusso.

Pensioni ultime notizie: Camusso, “Slogan da campagna elettorale”

Per la leader Cgil i provvedimenti citati dai due vicepremier risultano “profondamente ingiusti”. E per quanto riguarda le misure da inserire nella prossima Legge di Bilancio, finora c’è molta improvvisazione. Che si compone di “slogan della campagna elettorale ricollocati nel contratto di governo”. La segretaria Cgil ha così fatto capire che quanto detto finora dal governo non convince. Perché si tratta di “annunci che si inseguono e si contraddicono”; tuttavia, “un progetto per il Paese non compare mai”. Critiche dalla Camusso anche nei confronti delle misure più quotate, come la pace fiscale e la flat tax. Il primo provvedimento viene ritenuto un “gigantesco condono di massa”; il secondo un modo per “ridurre le tasse a chi ha di più”.

LO SPECIALE SULLE PENSIONI A QUESTO LINK

Pensioni ultime notizie: Quota 100, parla Camusso

Stringendo più sul tema pensioni, la Camusso nota come sembri che si tirino i numero come fossero al lotto. Infatti, un giorno si parla di 62 anni, un altro di 64. L’annuncio di Quota 100 rischia così di diventare una tombola. Andando invece a considerare più approfonditamente la misura, non ci sono grandi spiragli di cambiamento. La riforma potrebbe riguardare e beneficiare solo “una piccola parte”; ma per la Camusso “se si vogliono eliminare delle ingiustizie non lo si può fare soltanto per quella parte che rappresenti elettoralmente”.

Insomma, chi lavora non deve essere coinvolto in una caccia perenne alla pensione, una caccia che si trasforma ben presto in un inseguimento. Per questo motivo la leader Cgil pensa che se un soggetto lavora, “40 o 41 anni devono bastare”. Un ultimo pensiero anche alle nuove generazioni, le più condannate dalla Legge Fornero, condannate “a non avere una prospettiva previdenziale”.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

articolo scritto da: