articolo scritto da facebook icona autore twitter icona autore

Sondaggi politici Eurobarometro, per gli italiani meglio l’euro della UE

sondaggi politici

Sondaggi politici Eurobarometro, per gli italiani meglio l’euro della UE

I dati dell’ultimo sondaggio di settembre di Eurobarometro parlano chiaro: meglio l’euro della UE. Se da un lato la UE non genera entusiasmo, dall’altro c’è molto timore nel lasciare la moneta unica.

Siamo i meno affezionati all’Unione Europea. Solo il 43% voterebbe a favore di una permanenza nella UE in un ipotetico sondaggio. È la percentuale più bassa, minore anche di quella del RegNo Unito, dove invece voterebbe per restare il 51%. La media continentale è del 64%, fino a massimi superiori all’80% in Svezia, Paesi Bassi, Lussemburgo, Germania.

Il Remain vincerebbe comunque in Italia perché i contrari sono solo il 23% nel nostro Paese, comunque più del 17% medio europeo. Il massimo si raggiunge nel Regno Unito con il 34% di persone che vorrebbero abbandonare l’UE.

Significativo il 30% di non so nel nostro Paese, il più alto tra tutti i Paesi. C’è molta incertezza e vi sono molti dubbi intorno al discorso europeo.

sondaggi politici

Sondaggi politici Eurobarometro, il 65% degli italiani sono per rimanere nell’euro

Meno dubbi vi sono sulla moneta unica. Siamo più a favore dell’euro di quanto lo siano in media gli europei. Per il 65% dobbiamo avere una unione economica e anche monetaria, una percentuale in crescita del 4% rispetto all’anno scorso.

Sono solo il 26% quelli contrari, in calo del 3%.

In generale c’è un’enorme differenza tra i Paesi che hanno già l’euro, tutti a favore per il 77% , e che non l’hanno, tutti contro un’adozione, tranne l’Ungheria e la Romania.

Il massimo di favorevoli si raggiunge in Irlanda, con l’88%, il minimo nel Regno Unito, con il 23%.

Il maggior miglioramento della percentuale di pro-euro si è verificato a Malta con un +13%, il maggior peggioramento in Romania con un -11% e in Croazia, con un -10%.

Sono in generale anche meno gli incerti, solo il 5% a livello europeo, e l’8% in Italia.

Se sia più paura di un’alternativa o affetto verso l’euro non sappiamo, fatto sta che di voglia di ritorno alla lira in Italia ve ne è poca.

sondaggi politici

Nota metodologica non resa nota

ultima modifica: giovedì, 18 Ottobre 2018