pubblicato: giovedì, 8 novembre, 2018

articolo scritto da:

Economia Europa, aumentano i single, dove sono di più, di che tipo – infografiche

Economia Europa

Economia Europa, aumentano i single, dove sono di più, di che tipo – infograffiche

È un tema che economisti ed istituti di ricerca trattano come parte integrante degli argomenti economici. E non a torto, infatti. Che un nucleo familiare sia composto da 5 persone o da uno ha grandi conseguenze sui consumi, sul welfare, sui risparmi, per esempio.

E l’Europa, e con essa l’Italia, sta sempre più diventando un luogo di single.

È quello che emerge dai dati Eurostat. Nell’infografica realizzata è possibile selezionare varie voci, le vie tipologie di single esistenti, solo maschi, solo femmine, sopra o sotto i 65 anni, con minori a carico, e la percentuale di nuclei da questi composti. E osservare come questa percentuale è cambiata negli anni.

Le famiglie composte solo da un single in Italia sono il 32,3%. Vi sono chiaramente Paesi con percentuali maggiori, in Norvegia si arriva al 45,7%, in Svezia, Finlandia, Germania, Danimarca si è al di sopra del 40%, in Francia al 36%.

Meno single che nel resto del Continente in Slovacchia e Portogallo, dove sono poco più del 22%, sotto al 30% anche in Grecia, Repubblica Ceca, Spagna, Romania.

Economia Europa, dove sono di più i single over e under 65

Tuttavia c’è single e single. Se selezioniamo gli over 65 ecco che da noi ve ne sono come in Germania, il 14,8%, mentre i massimi sono in Lituania e Bulgaria, poco meno del 20%. Sono di fatto i vedovi, che sono di più in quei Paesi in cui vi sono meno giovani e in cui la mortalità è maggiore. Quindi a Est, appunto. Sono invece pochi nella penisola iberica.

Al contrario nella statistica sugli adulti al di sotto dei 65 anni che costituiscono da soli un nucleo l’Italia è più indietro in Europa. Sono il 17,5%. Meno del 31,1% norvegese o del 26,7% tedesco, anche se più del 14,2% spagnolo o di tutti quei valori dell’Est al di sotto del 15%. Qui entra in gioco il minor numero di giovani che vanno a vivere da soli, ma allo stesso tempo a compensare vi è la tendenza a sposarsi o convivere più tardi che in altri Paesi e a vivere single più a lungo.

Sono solo il 3,7% invece, i nuclei con un single e un bambino. Si arriva al 6,2% in Danimarca, al 6% Lituania, al 5,2% in Svezia e Norvegia, al 5,4% in Francia, Paesi dove si divorzia di più, mentre si rimane sotto il 2% in Polonia e Grecia.

 

Economia Europa, come sono aumentati i single in Europa

Un po’ ovunque sono di più i nuclei composti da single donna che single uomo. Le donne vanno via di casa prima e vivono più a lungo rimanendo più spesso vedove. Sono il 18,4% contro il 13,9% in Italia, il 22,7% contro il 18,7% in Germania. Ed è così un po’ ovunque tranne che in Svezia.

Più interessante è l’esame di come le cose sono cambiate nel tempo. In Italia nel complesso i nuclei composti da single, oggi il 32,3%, sono cresciuti, erano il 26,8% nel 2003. Vi è stato un aumento lento, ma costante, e dal 2014 c’è una certa stabilità. Una crescita che è stata molto lieve, ed anzi, si è tramutata in calo nel caso dei più anziani, probabilmente per il minor numero di vedovi, ed è stata più forte tra i più giovani, sotto i 65 anni, di circa il 4% in 15 anni.

Più ridotto l’aumento dei single tra le donne che tra gli uomini, probabilmente a causa appunto del minore numero di vedove, data la crescita dell’aspettativa di vita.

 

Economia Europa

 

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

Bitcoin

Bitcoin

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Termometro delle Voluttà

Termometro delle Voluttà

L'ultima manovra

articolo scritto da: