Pubblicato il 27/11/2018

Tennis, Coppa Davis 2018: Cilic trascina la Croazia all’insalatiera

autore: Cesare Fabrizi
Tennis
Tennis, Coppa Davis 2018: Cilic trascina la Croazia all’insalatiera

L’ultima finale di Coppa Davis della storia con l’attuale formula va alla Croazia, che mette così in bacheca la seconda insalatiera della sua storia. La finale si conclude per 3-1, con i francesi incapaci di reggere nei singolari a Coric e Cilic. L’unico punto per i blues arriva grazie al doppio, con Herbert e Mahut che battono Dodig e Pavic.

                    Leggi Anche: interviste social: Chiamarsi Fogna, goliardia con stile e qualità

Coppa Davis 2018: Coric e Cilic inarrestabili

Il primo singolare è fra Borna Coric e Jeremy Chardy. Scelta che lascia molte perplessità quella di Yannick Noah, capitano francese, che esclude Gilles Simon e Gael Monfils e non fa giocare Lucas Pouille. La sconfitta per il francese è netta, con Coric che si impone in tre set dando sempre la sensazione di essere superiore all’avversario.

Il secondo singolare è fra Marin Cilic e Jo-Wilfried Tsonga. Anche in questo caso vittoria in tre set per la Croazia. Tsonga, che ha perso quasi tutta la stagione a causa di infortuni, non arriva alla finale in forma e Cilic è troppo solido.

La partita più combattuta della finale è quella tra Marin Cilic e Pouille. Il copione è lo stesso dei due precedenti singolari. Il tennista croato è nettamente superiore all’avversario, reduce da un’annata deludente, e lo batte in 3 set.

Tennis, Coppa Davis 2018: pianti e commozione dopo l’ultimo match

Va sottolineata la grande cornice di pubblico che ha accompagnato i tre giorni della finale e la grande partecipazione emotiva. Se da un lato ci sono le lacrime di Pouille, dall’altro c’è la festa biancorossa. La presidentessa croata Kolinda Grabar-Kitarovic, che aveva seguito in Russia il cammino della nazionale croata di calcio, può prendersi una rivincita sui francesi.

Per Cilic è il coronamento di una carriera: ora può vantare in bacheca la Coppa Davis e una prova di Slam, proprio come tutti i vincitori Slam in attività. Questa nazionale anche nei prossimi anni può fare bene nella nuova Davis. Cilic ha 30 anni e può giocare ai massimi livelli ancora per qualche stagione. Borna Coric ha 22 anni ed è già numero 12 del mondo: è un tennista in piena ascesa e non ci sarebbe da stupirsi se l’anno prossimo fosse presente alle Finals. Dodig e Pavic sono due grandi doppisti e forniscono qualità ed esperienza in questa disciplina.

Clicca qui per la parta bassa del pagellone tennistico!

Tennis, Coppa Davis 2018: ultimo anno con la vecchia formula

Salutata la tradizione, ora si pensa al futuro. Si ripartirà l’anno prossimo con la nuova Davis a febbraio con la fase preliminare a 24 squadre. Le squadre si affronteranno secondo la vecchia formula di 4 singolari e un doppio, ma stavolta al meglio dei 3 set. Poi a Madrid, dal 18 al 24 novembre, ci saranno le finali con le migliori 18. Speriamo ci sia anche l’Italia.

SEGUI IL TERMOMETRO SPORTIVO ANCHE SU FACEBOOKTWITTER E TELEGRAM

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM