articolo scritto da facebook icona autore twitter icona autore

Mutuo tasso zero da gennaio 2019: requisiti, importo massimo e guida

Mutuo tasso zero dal 1 gennaio 2019
Mutuo tasso zero da gennaio 2019: requisiti, importo massimo e guida

Mutuo gennaio 2019 a tasso zero


Mutuo tasso zero: quante persone, soprattutto giovani, sognano di accedere a questa particolare tipologia di finanziamento per acquistare la prima casa? Dal 1° gennaio 2019 ciò sarà possibile, ma solo per alcuni soggetti e a condizione che siano in possesso dei requisiti. La misura è infatti inclusa nel pacchetto Sud in Legge di Bilancio 2019. E prevede, oltre al mutuo tasso zero, anche la concessione di un terreno agricolo. Non mancano poi altre opportunità per avere un mutuo a tasso zero per l’acquisto della prima casa. Ma bisogna consultare periodicamente le Regioni e i bandi che prevedono questo particolare finanziamento, a dire il vero, tuttavia, molto raro.

Mutuo tasso zero da gennaio 2019: dove e a chi spetta

Un mutuo agevolato è quanto ricercano molte coppie italiane alla ricerca di un nido di loro proprietà. Nel pacchetto Sud è previsto proprio questo provvedimento, che finalizza mutui a tasso zero fino a un valore massimo di 200.000 euro e una durata massima di 20 anni, nonché la concessione di un terreno a uso agricolo nella stessa area della casa. Questo tipo di mutuo agevolato è però riservato solo alle coppie che hanno già due figli e che, nei prossimi 3 anni, hanno in progetto di farne un terzo.

I terreni agricolo che verranno concessi, così come le rispettive case da acquistare tramite mutuo a tasso zero, si trovano ovviamente nel Sud Italia, e si tratta in particolare di terreni dismessi o in stato di abbandono, di attuale proprietà dello Stato o di privati. Infine, potrebbero fruire di questa agevolazione anche le start-up agricole, nelle quali il nucleo familiare possieda almeno il 30% delle quote societarie.

Mutuo tasso zero: no requisiti? Ecco i più vantaggiosi

Come scritto sopra non tutti possono accedere al mutuo a tasso zero previsto per il prossimo anno. In attesa di soluzioni alternative simili e su base regionale, è comunque possibile cercare dei mutui che rispecchino le nostre esigenze a condizioni economiche convenienti. Per fare questo si possono utilizzare i diversi comparatori online disponibili sul web.

La migliore proposta attualmente elaborata da Facile.it per un mutuo a tasso fisso è quella offerta da Banco BPM, basata sul profilo di un soggetto che vorrebbe acquistare una casa a Roma del valore di 100.000 euro chiedendo un mutuo da 50.000 di durata ventennale. BPM propone infatti una rata mensile da 242,66 euro (TAEG 1,93%).

Spostandoci a Milano, per acquistare un immobile del valore di 200.000 euro e chiedendo un mutuo a tasso variabile da 100.000 euro da restituire in 20 anni, la migliore soluzione è quella proposta da IWBank. Inn questo caso la rata è di 457,67 euro (TAEG 1,08%), con spese di istruttoria pari a 600 euro.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

ultima modifica: venerdì, 15 Febbraio 2019