02/05/2019

Detrazioni fiscali 2019: caldaia, mobili e spese mediche, come richiederle

autore: Guglielmo Sano
Detrazioni fiscali 2019: caldaia, mobili e spese mediche, come richiederle
Detrazioni fiscali 2019: caldaia, mobili e spese mediche, come richiederle

Guida richiesta detrazioni fiscali 2019


L’Agenzia delle Entrate ha diffuso il fac-simile del modello 730 per la dichiarazione dei redditi relativa al 2019 insieme alle istruzioni per compilarlo.

Detrazioni fiscali 2019: scadenze tra inizio e fine luglio

Precisando che solo tra qualche mese si potranno consultare le dichiarazioni precompilate, è bene cominciare a familiarizzare con le scadenze per inoltrare la documentazione. Termine fissato all’8 luglio per l’invio tramite sostituto d’imposta, invece, c’è tempo fino al 23 luglio se la presentazione avviene tramite Caf o professionisti abilitati.

Quest’anno non ci saranno solo conferme ma anche l’esordio di alcune agevolazioni fiscali. Infatti, al netto di alcune variazioni del tetto delle cifre massime che si potranno portare in detrazione, confermati gli “storici” sconti come quelli sulle spese mediche e sui farmaci per esempio. Confermata anche la detrazione al 19% per gli interessi passivi del mutuo per la prima casa. Al debutto, invece, altre detrazioni: tra queste c’è il bonus verde per tutti.

Detrazioni fiscali 2019: le aliquote da applicare

Detrazioni al 19% per le spese sanitarie che superano i 129,11 euro. Sempre il 19% dell’Irpef verrà applicato a spese scolastiche e universitarie. Uguale l’aliquota prevista per l’acquisto di strumenti per studenti con disturbi dell’apprendimento (scuola secondaria di secondo grado) e di abbonamenti ai mezzi pubblici (fino a un massimo di 250 euro, anche per i familiari a carico). Si possono portare in detrazione al 19% le spese sostenute per stipulare una polizza contro terremoti e alluvioni.

Capitolo bonus su ristrutturazioni e riqualificazioni. Per gli interventi di miglioramento degli edifici si va dal 50% per l’installazione della caldaia fino all’85% per la riduzione di due classi di rischio sismico. Lo sconto è del 50% per le ristrutturazioni (importo massimo di 96mila euro). Per mobili ed elettrodomestici – fino a un totale di spesa pari a 10mila euro – acquistati a seguito di una ristrutturazione la detrazione arriva al 50%. Infine, spazio al bonus verde: 36% in detrazione per gli interventi sul verde privato.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →