Pubblicato il 02/05/2019

Preavviso Quota 100 pensione anticipata dipendenti pubblici e privati

autore: Daniele Sforza
Preavviso Quota 100
Preavviso Quota 100 pensione anticipata dipendenti pubblici e privati

Quota 100 e preavviso pubblici-privati


In attesa dell’approvazione definitiva in Consiglio dei Ministri del decreto che contiene le misure principali di questa Manovra (Quota 100 e reddito di cittadinanza) continuano le domande sul funzionamento delle nuove misure.

In particolare di Quota 100. Una soluzione molto attesa. Da tutti quei lavoratori che, raggiungendo i requisiti minimi per l’accesso, sacrificheranno volentieri una parte del loro trattamento pensionistico per non lavorare più.

Tra le questioni più dibattute, oltre a quella della liquidazione del Tfr, spicca anche il preavviso. Come funziona? Entro quanto tempo deve essere dato? E quali sono, se ci sono, le differenze tra dipendenti pubblici e privati?

Preavviso Quota 100 dipendenti pubblici e privati: le finestre di uscita

In attesa di conoscere i dettagli definitivi e ufficiali su Quota 100 e le circolari non resta che dare uno sguardo alla bozza di decreto.

Dove si legge che i soggetti iscritti all’assicurazione generale obbligatoria e alle forme esclusive e sostitutive della stessa gestite dall’Inps, nonché alla gestione separata, che abbiano maturato i requisiti entro il 31 dicembre 2018, conseguiranno il diritto alla decorrenza del trattamento pensionistico dal 1° aprile 2019.

Gli stessi soggetti che maturano i requisiti a partire dal 1° gennaio 2019 conseguiranno il diritto di accesso a Quota 100 dopo 3 mesi dalla data di maturazione dei requisiti stessi.

Capitolo differente per i dipendenti della pubblica amministrazione. Al fine di consentire il regolare svolgimento dell’attività amministrativa, infatti, sono applicate delle regole differenti per i dipendenti pubblici. Coloro i quali hanno maturato i requisiti entro il 31 dicembre 2018 conseguiranno il diritto alla decorrenza del trattamento pensionistico dal 1° luglio 2019. I dipendenti pubblici che invece maturano i requisiti a partire dal 1° gennaio 2019 conseguiranno il diritto di accesso a Quota 100 trascorsi 6 mesi dalla data di maturazione dei requisiti stessi.

Preavviso Quota 100: come funziona

Relativamente alla domanda da presentare per accedere a Quota 100, una volta maturati i requisiti, nel testo si legge che la domanda dovrà essere presentata all’amministrazione di appartenenza con un preavviso di 6 mesi.

Dunque, stando così le cose, per i dipendenti privati il preavviso Quota 100 dovrebbe essere fornito al proprio datore di lavoro a 3 mesi dall’uscita.

Tuttavia, per quanto riguarda la prima fase di uscita, è meglio attendere le istruzioni ufficiali per conoscere le tempistiche di preavviso per i dipendenti privati e pubblici relativamente alla prima tranche.

Autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →