Pubblicato il 25/01/2019

Pensioni ultime notizie: Quota 100, Salvini attacca “Cgil non di sinistra”

autore: Daniele Sforza
Pensioni ultime notizie: Quota 100, Salvini attacca "Cgil non di sinistra"
Pensioni ultime notizie: Quota 100, Salvini attacca “Cgil non di sinistra”

Salvini spara a zero contro la Cgil


Sul fronte pensioni ultime notizie riguardano il post Quota 100. Con l’introduzione della misura di pensione anticipata e del reddito di cittadinanza, il governo ha attuato le promesse fatte nella scorsa primavera, seppur con diverse modifiche anche sostanziali rispetto all’impianto originario. Tuttavia il risultato piace a diversi lavoratori che sui social hanno espresso il loro sollievo. Insoddisfatta la Cgil, che Salvini afferma essere un “sindacato di (fu) sinistra”.

Pensioni ultime notizie: Cgil critica su Quota 100

La Cgil ha proposto sulla propria pagina Facebook un’intervista di Repubblica a cura di Paolo Griseri al segretario federale Roberto Ghiselli. Il succo principale dell’articolo riguarda la misura Quota 100, nei fatti caratterizzata da un impianto molto lontano da quello che si attendeva. “Quota 100 non è quello che la Cgil ha sempre chiesto, la modifica complessiva dell’impianto della Fornero”. Per Ghiselli la Quota 100 uscita dal lavoro di governo “sembra più un’operazione di facciata che di sostanza”, anche perché rispetto a quanto promesso in campagna elettorale, “la Legge Fornero sopravvive”.

Prima di tutto il requisito minimo contributivo (38 anni) penalizza diverse categorie di lavoratori, privilegiando quelli del pubblico impiego e chi lavora nelle grandi aziende. Un pensiero va anche alle nuove generazioni che faticheranno ad accumulare gli anni di contributi, perché “la riforma annunciata da questo governo blocca l’aggiornamento dei contributi di anzianità lavorativa alla speranza di vita”.

Perché non fu contestata con forza la riforma Fornero a suo tempo? Venne varata in quindici giorni e tutto quello che si fece fu una manifestazione di mezza giornata, commenta Ghiselli. “Negli anni successivi abbiamo presentato a tutti i governi proposte di modifica radicale, abbiamo chiesto e ottenuto salvaguardie per gli esodati. Oggi abbiamo una proposta di riforma radicale della legge Fornero e non solo una di facciata. Non possiamo certo essere accusati di non aver combattuto le storture della riforma delle pensioni”.

Pensioni ultime notizie: Salvini contro Cgil

Evidentemente l’ultima dichiarazione di Ghiselli ha fatto storcere il naso a più di qualcuno. Il ministro dell’Interno Matteo Salvini, nonché il principale fautore della misura, sentitosi chiamato in causa ha condiviso il post della Cgil, sottolineando però un commento da parte di un utente. “Grazie Quota 100! Vita reale contro le chiacchiere del sindacato di (fu) sinistra, questa risposta è da manuale!”. Ma di quale risposta parla Salvini?

Un utente, sotto il post che richiamava l’intervista a Ghiselli, ha infatti commentato quanto segue. “Con Quota 100 andrà in pensione tra 1 anno e con 2 di anticipo sulla Fornero. Percepirò rispetto a quest’ultima 10 euro in meno al mese, ma li recupero disdicendo la tessera sindacale. Addio”. Un commento al vetriolo da parte di un potenziale beneficiario di Quota 100. Ma anche un assist per Salvini, che ha colto la palla al balzo per criticare la Cgil, accusandola di non fare più gli interessi dei lavoratori.

Autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →