02/05/2019

Fattura elettronica pagata il 2019 emessa nel 2018, quando va registrata?

autore: Daniele Sforza
Fattura elettronica pagata 2019
Fattura elettronica pagata il 2019 emessa nel 2018, quando va registrata?

Principio di cassa fattura elettronica 2019


Tra i dubbi più frequenti in merito alla fattura elettronica, sul finire dello scorso anno ma anche a inizio anno nuovo, il più comune riguardava la tempistica. In particolare quella di ricezione della fattura, ovviamente correlata alla data di emissione. Ad esempio, una fattura elettronica pagata nel 2019 ma emessa nel 2018 come e quando va registrata? Una domanda legittima, a cui l’Agenzia delle Entrate ha fornito una risposta sulla sua pagina di Faq disponibile sul portale Fatture e Corrispettivi.

Fattura elettronica pagata nel 2019 ed emessa nel 2018: come funziona

Dal 1° gennaio 2019, l’unica fattura fiscalmente valida è quella digitale. Sostanzialmente questo significa che una fattura cartacea o in formato pdf non sarà più valida a livello fiscale. Tra le domande più frequenti a cui l’Agenzia delle Entrate ha risposto c’è la seguente. Come si devono gestire le fatture di acquisto datate 2018 ma ricevute nel 2019, non in formato elettronico, ma in forma cartacea o via e-mail?

L’Agenzia delle Entrate ricorda che l’obbligo di fatturazione elettronica per le fatture emesse è entrato in vigore dal 1° gennaio 2019. “Il momento da cui decorre l’obbligo è legato all’effettiva emissione della fattura”. Nell’eventualità in cui la fattura sia stata emessa e trasmessa nel 2018 in modalità cartacea, ma ricevuta dal cessionario/committente nel 2019, la stessa “non sarà soggetta all’obbligo di fatturazione elettronica”. In tal senso la data è un elemento qualificante ed è valida quella di emissione della fattura. Al contrario, qualora il contribuente dovesse emettere una nota di variazione a partire dal 1° gennaio 2019 relativamente a una fattura ricevuta nel 2018, questa nota dovrà essere emessa in modalità elettronica.

Fattura elettronica: emissione 2018 o 2019, cosa cambia

La logica conclusione è dunque la seguente. “Se la fattura o la nota di variazione riporta una data dell’anno 2018, la fattura potrà non essere elettronica”. Se invece “la fattura o la nota di variazione riporta una data dell’anno 2019 la fattura dovrà essere elettronica”.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Hai suggerimenti o correzioni da proporre? Scrivici a [email protected]

Autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →