31/01/2019

Viaggi in Europa, chi si sposta di più per lavoro o vacanza – infografiche

VIAGGI IN EUROPA
Viaggi in Europa, chi si sposta di più per lavoro o vacanza – infografiche

Gli italiani viaggiano decisamente poco in proporzione al proprio PIL. È perché siamo un Paese di persone diffidenti verso ciò che è straniero o perché l’Italia ha già molto da offrire?

La questione è complessa perché seguendo i dati Eurostat abbiamo esaminato sia i viaggi di piacere, come vacanze o visite ad amici e parenti, sia quelli di lavoro.

Nel complesso nel 2017 ci sono stati 4,46 viaggi di italiani per euro di PIL, contro i 52,53 dei ciprioti o i 32,75 degli sloveni. È normale che da Paesi piccoli ci si sposti di più ma il confronto è impietoso anche con Paesi di dimensioni simili alle nostre, come Germania, con 21,71 viaggi per euro, Francia, con 8,51, e Spagna, con 7,99.

Il divario maggiore è nei viaggi per vacanza, naturalmente, che sono anche la maggioranza. Ma permangono anche in quelli per lavoro, anche se con distacchi minori. Con 0,461 viaggi per euro di PIL contro 0,59 della Francia o 0,56 della Spagna.

Viaggi in Europa, rispetto al 2012 gli italiani si spostano meno – infografiche

Analizzando il numero di viaggi in rapporto al PIL negli anni c’è una tendenza alla stabilità, con alti e bassi, ma rispetto al primo anno preso in considerazione, il 2012, si registra un calo.

Si passa da 6,06 viaggi per euro di PIL a 4,46 nel 2017.

In particolare quelli di lavoro scendono da 0,698 a 0,461, quelli per vacanza da 4,36 a 2,88.

Al contrario di quanto accade per esempio in Spagna, dove forse la ripresa è stata più forte. Un calo invece, ma più leggero, si registra anche in Germania, mentre in Francia c’è stabilità.

In generale meno di noi viaggiano solo i greci, che nel 2017 sono all’ultimo posto in ogni tipo di viaggio.

VIAGGI IN EUROPA

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Hai suggerimenti o correzioni da proporre? Scrivici a [email protected]