14/02/2019

L’ora legale: trama, cast e finale del film di Ficarra e Picone

L'ora legale

L’ora legale: trama, cast e finale del film di Ficarra e Picone

Il 14 febbraio, su Canale 5, andrà in onda il film diretto e interpretato da Ficarra e Picone, duo comico della televisione.

Un viaggio in un piccolo paese della Sicilia che, desideroso di voltare pagina, alle elezioni comunali vota finalmente un sindaco onesto e legale. I due cognati Salvo e Valentino, dal canto loro, lo appoggiano appieno. Alla fine, però, si renderanno conto che il paesino siciliano non è ancora abituato alle regole e alla legalità.

La commedia, diretta nel 2017, vede come protagonisti Leo GullottaVincenzo Amato e Tony Sperandeo ed è vincitore di ben due nastri d’argento.

Michele Braganti a Sanremo Young 2019: età, biografia e chi è

L’ora legale: trama del film di Ficarra e Picone

Come si evince dal titolo del film, la commedia di Ficarra e Picone descrive con fare ironico le abitudini di un paese della Sicilia. Tutti gli abitanti di Pietrammare sono stanchi del loro sindaco, corrotto e affiliato alla Mafia.

All’unanimità, decidono così di eleggere come nuovo Primo Cittadino il professor Pierpaolo Natoli. Pierpaolo è il cognato di Valentino, a sua volta cognato di Salvo.

All’indomani delle elezioni, che corrispondono con l’inizio dell’ora legale l’intero paese è felice di poter respirare un’aria di cambiamento. I problemi iniziano a nascere quando tutti, compreso Salvo, iniziano a capire quanto l’illegalità li abbia fatti vivere in modo sereno fino ad allora.

L’ora legale: finale e curiosità sulla commedia su Canale 5

Valentino crede davvero che le cose possano cambiare e continuare a sostenere Pierpaolo. Un bel giorno, però, noncurante del grado di parentela, Natoli ordina ai due cognati di chiudere il chiostro che gestiscono nella piazza del paese, perché abusivo.

Valentino e Paolo, dunque, si schierano dalla parte dei cittadini. Nonostante Pierpaolo sia davvero riuscito a cambiare le cose nel piccolo borgo di Pietrammare, il neo sindaco è costretto a dimettersi.

In contemporanea con il ritorno all’ora solare, il vecchio sindaco torna al potere e i cittadini sono liberi di poter ricominciare ad agire in nome dell’illegalità.

SEGUI IL NUOVO TERMOMETRO QUOTIDIANO A QUESTO LINK.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Hai suggerimenti o correzioni da proporre? Scrivici a [email protected]

Autore: Maria Iemmino Pellegrino

Laureanda in Scienze della Comunicazione presso l'Università Degli Studi di Salerno. Lavoro come redattrice per Termometropolitico.it dal 2017. In redazione ho trovato terreno fertile per coltivare il mio immenso amore per la scrittura. Parole chiave: informare, trasmettere, creare.
    Tutti gli articoli di Maria Iemmino Pellegrino →