articolo scritto da facebook icona autore twitter icona autore

Pino Caruso è morto: malattia e causa della morte, cos’ha avuto e chi era

Pino Caruso è morto
Pino Caruso è morto: malattia e causa della morte, cos’ha avuto e chi era

Causa morte Pino Caruso


L’attore e scrittore palermitano Pino Caruso è morto: aveva 84 anni e ci ha lasciati nella sera di giovedì 7 marzo 2019. Malato da un po’ di tempo, aveva all’attivo una importante carriera come attore di teatro e cinema e come scrittore. Nonostante la malattia, Pino Caruso “se n’è andato sereno”, come ha rivelato la moglie. Numerose sono state le sue apparizioni in televisione e al cinema. Emblema della palermitanità ha scritto anche diversi testi, spaziando tra i vari generi letterari, tra cui la poesia.

Pino Caruso è morto a 84 anni: ecco chi era, il cv artistico

Giuseppe Caruso nasce a Palermo il 12 ottobre del 1934. La sua carriera professionale inizia a Teatro, il 16 marzo 1957, quando debutta al Piccolo Teatro di Palermo con la pièce Il giuoco delle parti tratta da Pirandello. Qui impersona un piccolo ruolo, ma l’anno dopo inizia a mostrarsi nel Flauto Magico andato in scena al Teatro Massimo. Dal 1963 lavora per il Teatro Stabile di Catania, ma un altro importante punto di svolta si ha nel 1965, quando si sposta a Roma e lavora nel gruppo Il Bagaglino. La sua carriera teatrale continua con diversi successi, fino a quando la RAI lo nota e lo ingaggia nel 1968 per dargli uno spazio nella trasmissione Che domenica amici. La svolta verso la tv continua con altre trasmissioni, tra cui Teatro 10, e inizia anche l’esperienza sindacale, visto che nel 1979 viene eletto segretario del Sindacato Attori Italiani.

Il curriculum televisivo si arricchisce di numerose ospitate nei programmi più in voga tra gli anni Settanta e Ottanta, tra cui Canzonissima, Portobello, Fantastico e Domenica In. Quello cinematografico diventa significativo nel 1973, quando interpreta Don Cirillo in Malizia. Il suo percorso continua a dividersi tra cinema, tv, e teatro, senza dimenticare l’attività sindacale che abbandonerà nel 1989. Nel biennio 1997-98 è opinionista nella trasmissione Domani è un altro giorno, condotta da Alda D’Eusanio, mentre nei primi anni Duemila si divide tra tv (Carabinieri, L’onore il rispetto), cinema (La matassa) e teatro (Tutto per bene, Le vespe).

Pino Caruso scrittore: le esperienze più importanti

Alla carriera attoriale Pino Caruso ha affiancato anche quella letteraria. Spaziando tra vari generi, tra cui soprattutto poesie, racconti e aforismi. Tra le sue opere più note L’uomo comune, riedito da Marsilio e Appartengo a una generazione che deve ancora nascere (Mondadori). Celebri e apprezzati anche due volumi curati da Alpes Editore: “Il senso dell’umorismo è l’espressione più alta della serietà” e “Se si scopre che sono onesto, nessuno si fiderà più di me”. Interessante anche la raccolta “Il venditore di racconti” (Marsilio).

Pino Caruso: la vita privata e alcune curiosità

In precedenza abbiamo scritto come Pino Caruso rappresentasse in pieno l’emblema dell’essere palermitano. L’attore amava molto la sua città, tanto da cercare di arricchirla con le sue esperienze. È il caso della kermesse Palermo di Scena, che rilanciò il capoluogo siciliano a livello culturale e sociale dopo i tragici anni delle stragi di stampo mafioso.

LA PAGINA TERMOMETRO QUOTIDIANO A QUESTO LINK

Convinto vegetariano e tifoso del Palermo, Pino Caruso era sposato con Marilisa Ferzetti, attrice teatrale, dalla quale nel 1958 ha avuto un figlio, Francesco Caruso Cardelli.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

ultima modifica: lunedì, 18 Marzo 2019