Legge 104: art 3 comma 3 ed esenzione passaggio proprietà, ecco quando

Pubblicato il 22 Marzo 2019 alle 09:08 Autore: Daniele Sforza

In merito alla Legge 104 e ai profili rispondenti all’art. 3 comma 3 spicca come agevolazione l’esenzione del passaggio di proprietà. Ecco quando.

Legge 104 art 3 comma 3 esenzione passaggio proprietà

Legge 104: art 3 comma 3 ed esenzione passaggio proprietà, ecco quando

Tra le agevolazioni nel settore auto per i titolari di Legge 104 rispondenti al profilo descritto dall’articolo 3 comma 3, spicca anche l’esenzione dell’imposta provinciale di trascrizione nel passaggio di proprietà. Questo beneficio è riservato solo ad alcune categorie di disabili e si riferisce a un veicolo – nuovo o usato – finalizzato alla sua mobilità. L’agevolazione spetta anche al familiare che ha a carico fiscale il disabile e usi il veicolo stesso per la sua mobilità. Senza carico fiscale, dunque, non si avrà diritto all’agevolazione.

Legge 104 art 3 comma 3: esenzione IPT, a chi spetta

L’esenzione dal pagamento dell’imposta provinciale di trascrizione, nota comunemente con l’acronimo IPT, spetta ai seguenti soggetti disabili.

  • Con ridotte o impedite capacità motorie permanenti i cui veicoli siano stati adattati per la loro locomozione;
  • Disabili psichici o mentali di gravità tale da aver determinato il riconoscimento dell’indennità di accompagnamento;
  • Con grave limitazione alla capacità di deambulazione o affetti da pluriamputazioni.

L’esenzione dal pagamento dell’IPT non spetta dunque ai ciechi civili e ai sordi. Per poter usufruire dell’agevolazione, come anticipato in precedenza, il veicolo deve essere intestato al disabile o al familiare che lo ha fiscalmente a carico. L’agevolazione spetta per un solo veicolo. Come spiega l’ACI, il beneficio può essere riservato anche al secondo veicolo nel caso in cui il primo venga venduto o cancellato dal Pubblico Registro Automobilistico.

Legge 104: esenzione passaggio di proprietà, come fare domanda

Per usufruire dell’esenzione bisognerà presentare apposita richiesta al PRA. I documenti da presentare variano leggermente a seconda del soggetto beneficiario.

Disabili con ridotte o impedite capacità motorie permanenti con veicoli adattati per la loro locomozione

  • Fotocopia carta di circolazione che attesti l’adattamento del veicolo;
  • Fotocopia patente di guida speciale;
  • Certificazione che attesti la condizione di disabilità. Ovvero il verbale di accertamento dell’handicap rilasciato da apposita Commissione medica.
  • Autocertificazione che attesti che il disabile sia a carico fiscale dell’intestatario (solo in caso di familiare che voglia usufruire dell’agevolazione).

Disabili psichici o mentali con indennità di accompagnamento

  • Verbale di accertamento handicap rilasciato da commissione medica che attesti la condizione del soggetto;
  • Certificato di attribuzione dell’indennità di accompagnamento rilasciato dalla commissione preposta;
  • Solo nel caso in cui l’agevolazione spetti al familiare, questi dovrà dimostrare che ha il parente disabile a proprio carico fiscale, presentando ultima dichiarazione dei redditi.

Disabili con grave limitazione alla capacità di deambulazione o affetti da pluriamputazioni

  • Verbale di accertamento handicap rilasciato da apposita commissione medica che attesti la limitazione permanente della deambulazione;
  • Verbale specifico (in caso di pluriamputazioni) rilasciato da commissione diversa da quella proposta per il controllo Legge 104/92;
  • Ultima dichiarazione dei redditi del familiare che ha a carico fiscale il soggetto disabile.

Legge 104 ed esenzione passaggio di proprietà: i veicoli ammessi

Di seguito elenchiamo i veicoli per i quali è concessa l’esenzione dall’imposta provinciale di trascrizione.

  • Autoveicoli per trasporto promiscuo con cilindrata fino a 2000 cc (benzina) o 2800 cc (diesel);
  • Autovetture con cilindrata fino a 2000 cc (benzina) o 2800 cc (diesel);
  • Autoveicoli per trasporti specifici, con cilindrata fino a 2000 cc (benzina) o 2800 cc (diesel);
  • Autoveicoli uso speciale con accesso per sedia a rotella (codice Carrozzeria Motorizzazione SH);
  • Motocarrozzette
  • Motoveicoli per trasporto promiscuo;
  • Motoveicoli per trasporti specifici.

In ogni caso, per ulteriori informazioni relative all’agevolazione, è preferibile consultare la propria unità territoriale ACI di riferimento, visto che alcune norme legate ai benefici possono cambiare in base al Comune di residenza.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →