articolo scritto da facebook icona autore twitter icona autore

Ultimo – Colpa delle favole: testo, significato e spiegazione della canzone

Colpa delle favole - ultimo
Ultimo – Colpa delle favole: testo, significato e spiegazione della canzone

Nuovo disco Ultimo


Il nuovo album di Niccolò Moriconi, dal titolo Colpa delle Favole, è l’ultimo di una vera e propria trilogia. Ultimo, questo il suo nome d’arte, racchiude al suo interno I tuoi particolari, brano presentato alla sessantanovesima edizione del Festival di Sanremo.

Ultimo, dopo Pianeti e Peter Pan, con Colpa delle favole ha voluto ancora una volta dare alle sue emozioni. Scrivere è da sempre, per Niccolò, il modo migliore per comunicare con chi gli sta intorno.

Prima della sua esperienza a Sanremo e della successiva vittoria nella categoria Nuove Proposte, Ultimo non avrebbe mai immaginato che la sua musica potesse raggiungere un tale successo.

Amici serale 2019: ospiti e anticipazioni di stasera 6 aprile

Ultimo – Colpa delle Favole: significato, i tre album a confronto

I tre album Pianeti, Peter Pan e Colpa delle Favole sono legati l’uno all’altro da un unico filo conduttore. Il protagonista di questo racconto infinito è l’alter ego dell’autore stesso. In Pianeti, il ragazzo appare spaesato e arrabbiato, sia con sé stesso che con la vita. Egli si trova, senza sapere come, in una dimensione fantastica, dalla quale sarà difficile uscire.

Con Peter Pan, il ragazzo ritrova finalmente se stesso e conosce quello che crede essere l’amore della sua vita.

Infine, nell’ultimo album Colpa delle Favole, il giovane Peter Pan raggiunge e conquista la tanto agognata Isola che non c’è. Si rende però conto che la realtà non è esattamente così come l’aveva immaginata.

Ultimo – Colpa delle Favole: testo e metafore de “I tuoi particolari”

Il brano I tuoi particolari racchiude al suo interno una lettera dedicata ad una persona che, da come si evince dal testo, non è più nella sua vita. Non è chiaro si si tratti di una donna o di un amico fidato, ma si può notare quanto forte sia l’angoscia e la tristezza dell’autore, tanto da non riuscire a trovare le parole giuste.

Un senso di impotenza lo sommerge e gli manca quasi il respiro. Giunge così ad invocare Dio, perché gli dia la forza per andare avanti anche senza l’altra persona.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

ultima modifica: mercoledì, 17 Aprile 2019