02/05/2019

Detrazioni fiscali spese sanitarie Legge 104 e disabili in aumento nel 2019

autore: Guglielmo Sano
Detrazioni fiscali spese sanitarie Legge 104 e disabili in aumento nel 2019
Detrazioni fiscali spese sanitarie Legge 104 e disabili in aumento nel 2019

Aumento detrazioni fiscali 2019


Le spese sanitarie sono soggette a varie agevolazioni; in particolare chi è titolare di Legge 104 può usufruire di diversi sconti dal punto di vista fiscale.

Detrazioni fiscali: 19% sulle spese sanitarie senza restrizioni

A dare diritto a varie agevolazioni fiscali anche una condizione di handicap non grave. L’importante è che ad accertarla sia stata una commissione medica pubblica, quindi, non solo quella deputata a vagliare la concessione dei benefici relativi alla Legge 104. Ora, sono previste detrazioni Irpef fino a 1.350 euro in caso di figli disabili; tuttavia, la cifra può arrivare a 1.620 euro se il figlio ha meno di 3 anni. Da segnalare, però, che lo sconto diminuisce all’aumentare del reddito.

In generale, le spese sanitarie sostenute dai disabili o per un familiare disabile a carico sono detraibili del 19%. Non vi è alcun limite di importo o franchigia. Sempre senza limiti di importo, sono deducibili dal reddito le spese mediche o di assistenza sostenute per se stessi o per familiari anche non a carico per prestazioni generiche, per esempio l’acquisto di farmaci, o specifiche, come l’assistenza resa da personale professionale.

Detrazioni fiscali: per alcune serve una certificazione Asl

Per portare in detrazione alcune spese è necessario, però, procurarsi presso un Asl la certificazione di uno specialista che attesti il collegamento tra la spesa sostenuta e la disabilità. Ciò si applica all’acquisto di mezzi necessari all’accompagnamento, alla deambulazione, alla locomozione e al sollevamento. Dunque, un’apposita attestazione permetterà di ottenere uno sconto fiscale su arti artificiali, poltrone per inabili, rampe, pedane e, in generale, opere di adattamento architettonico.

Anche le spese sostenute per i veicoli speciali sono detraibili nella misura del 19% fino a un tetto massimo di 18.075, 99 euro. In pratica, si possono detrarre sia i costi relativi all’acquisto del veicolo speciale sia quelli sostenuti per l’adattamento e la manutenzione straordinaria di un normale veicolo. Il bonus spetterà per un solo veicolo e se ne potrà usufruire per una sola volta in 4 anni. Anche le spese sostenute per l’assunzione di addetti all’assistenza di una persona non autosufficiente sono detraibili del 19% fino a un massimo di 2.100 euro; i contributi sono deducibili, invece, fino alla soglia massima di 1.549,37 euro.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Hai suggerimenti o correzioni da proporre? Scrivici a [email protected]

Autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →