17/04/2019

Tortano napoletano: ricetta soffice, ingredienti e cottura. Come si fa

autore: Cristina Maciariello
Tortano napoletano ricetta soffice, ingredienti e cottura. Come si fa
Tortano napoletano: ricetta soffice, ingredienti e cottura. Come si fa

Ricetta tortano


Il tortano, al pari del casatiello napoletano, è un rustico tradizionale della Pasqua. Questi rustici ricchi di bontà segnano la fine del sacrificio quaresimale. La ricetta per ottenere un tortano soffice e saporito è di una semplicità estrema.

La preparazione del tortano è molto simile a quella del casatiello, i due si differenziano per l’uso delle uova. Nel casatiello servono per decorare, nel tornano le troviamo, invece, nel ripieno: si mettono sode e a spicchi nel ripieno con formaggi e salumi.

Quando si prepara e si mangia il tortano napoletano: ricetta tradizionale o senza glutine

Secondo la tradizione, il tortano si prepara per essere consumato il giorno prima della Pasqua, Sabato Santo. Questa prelibatezza con la sua farcitura a base di salumi, uova e formaggi solitamente è il pranzo del sabato che precede la Pasqua e accompagna i preparativi del ricco pranzo pasquale. Quello che resta, il più delle volte va a fare compagnia all’antipasto del pranzo domenicale.

Il tortano, come il casatiello, si possono realizzare anche senza glutine e senza strutto. Per preparare un goloso tortano senza glutine basta sostituire la farina normale con una farina deglutinata: mix B-Schar o Aglut per i lievitati. Per ovviare alle problematiche di lievitazione, tipiche degli impasti senza glutine, è importante lavorare bene il panetto e mettere in forno a 30°.

Per la ricetta del tortano senza strutto, invece, basta sostituire quest’ultimo con l’olio extravergine di oliva, che darà lo stesso una superficie super croccante al vostro lievitato salato tradizionale.

Clicca qui per tante altre ricette semplici e gustose

Come si fa il tortano napoletano: ingredienti e cottura

Per il tortano, che risulta alla cottura più alto e morbido rispetto al casatiello, servono:

  • Ingredienti: 1 kg di farina; 300 gr di sugna; 100 gr di parmigiano e pecorino grattugiati; un cubetto di lievito di birra; abbondante pepe nero macinato; 10 gr di sale; circa 300 ml di acqua; 200 gr di provolone piccante; 200 gr di scamorza fresca; 250 gr di salame napoletano; 250 gr di ciccioli di maiale; 4 uova sode.

Ora, iniziamo la preparazione:

  • In una ciotola versate i 300 ml di acqua tiepida e scioglietevi dentro lo strutto (tenuto a temperatura ambiente), mescolando con un cucchiaio aggiungete il lievito e continuate a impastare.
  • In un’altra ciotola capiente (deve contenere l’intero impasto del tortano lievitato) versate farina a fontana e i formaggi grattugiati. Aggiungete sale e pepe nero macinato. Iniziate a impastare e versate a mano a mano l’acqua (preparata in precedenza). Trasferite su un piano di lavoro e lavorate con forza per almeno 10 minuti.
  • Fate una croce sull’impasto, avvolgetelo in un canovaccio o coperta e lasciatelo lievitare in un luogo tiepido ed asciutto. Deve lievitare almeno due ore, deve raddoppiare il suo volume.

Ricetta soffice del tortano napoletano: ripieno e come si fa

Mentre l’impasto del tornano sta lievitando preparate il ripieno: tagliate a dadini i salumi e i formaggi, e rassodate le uova. Quando sarà passato il tempo necessario e l’impasto sarà lievitato mettetelo su un piano di lavoro, battetelo con le mani per sgonfiarlo e poi con l’aiuto di un mattarello stendetelo.

Ungete con altra sugna la parte superiore dell’impasto e farcitelo con il ripieno, con le uova sode tagliate e arrotolatelo con delicatezza. Eliminate le parti finali di pasta vuota.

Il salame che ottenete disponetelo nel tradizionale ruoto a ciambella, unto di strutto. Ora, il tortano deve riposare nuovamente: fate lievitare per almeno altre due ore, e poi infornate a 180° per almeno un’ora o fino a quando il tortano non sarà gonfio e dorato. Sfornatelo quando sarà intiepidito.

Cottura e consigli per un tortano soffice e gustosissimo

Per evitare che il tortano si secchi, mettete un pentolino con acqua nel forno, in questo modo, cuocendo, il tortano rimarrà umido e croccante e non si seccherà eccessivamente.

La cottura tradizionale del tortano prevede il “ruoto” a ciambella: una teglia circolare con buco centrale e bordi alti. Questa teglia permette al lievitato salato napoletano di lievitare riempiendo la teglia stessa e di avere, una volta cotto, una forma di un ciambellone alto.

Nel caso non avete a disposizione questo stampo, usate una teglia circolare, spalmata di strutto. Nel posizionarlo in teglia, cercate di formare una ciambella e di unire bene le due estremità, che si salderanno in cottura.

Un ultimo consiglio, se non riuscite a trovare i ciccioli o cicoli, non disperate, le opzioni per ottenere un tortano spettacolare sono varie. Infatti, il ripieno potete modificarlo a vostro piacimento, aggiungendo: pancetta o mortadella; fontina o provola affumicata e così via!

Il tortano è una buona soluzione per consumare i salumi e i formaggi che abbiamo nel frigo, non solo nel periodo pasquale.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Hai suggerimenti o correzioni da proporre? Scrivici a [email protected]