17/04/2019

Mutuo aprile 2019: prima casa a tasso fisso. Ecco i più convenienti

autore: Daniele Sforza
Mutuo aprile 2019 acquisto prima casa tasso fisso
Mutuo aprile 2019: prima casa a tasso fisso. Ecco i più convenienti

Miglior mutuo aprile


Importanti novità sul mutuo, con il rifinanziamento del Fondo mutui prima casa, assente nell’ultima Legge di Bilancio, ma rientrato con il Decreto Crescita. Come sottolinea Il Sole 24 Ore, infatti, la soluzione del mutuo prima casa con l’ausilio del Fondo era una delle scelte preferite soprattutto dalle giovani coppie. Stando ai dati di marzo 2019, sono arrivate ben 137 mila domande all’ente Consap, con una crescita importante nel primo trimestre di quest’anno rispetto agli ultimi mesi del 2018.

Mutuo aprile 2019: Fondo mutui prima casa, nuove risorse

Il rifinanziamento del Fondo mutui prima casa è stato dunque incluso nel Decreto Crescita approvato dal Consiglio dei Ministri. Ci sarà la possibilità di chiedere un mutuo di importo superiore anche all’80%, a seconda delle soluzioni previste dalle singole banche. Con le nuove risorse (100 milioni di euro) il Fondo potrà continuare a operare per tutto il 2019 e per parte del 2020.

Mutuo aprile 2019: i migliori mutui prima casa a tasso fisso – Parte I

Quali sono le offerte relative ai migliori mutui prima casa a tasso fisso di aprile 2019? Facile.it ipotizza un importo del mutuo di 50.000 euro. E segnala la proposta di IWBank, con tasso 1,25% (Irs 20A + 0,30%), TAEG 1,47% e una durata di 20 anni, per un costo complessivo di 56.536,05 euro (235,57 euro la rata mensile).

Stessa rata proposta da Ubi Banca, sempre considerando lo stesso importo, il tasso fisso 1,25% (TAEG 1,62%) e la durata ventennale.

Mutuo aprile 2019: i migliori per acquisto prima casa – Parte II

Immaginando un valore dell’immobile ammontante a 200.000 euro e la richiesta di un mutuo ventennale pari all’80% del valore appena citato per un immobile situato a Roma, MutuiOnline evidenzia Banco Bpm tra le migliori proposte. 777,97 euro la rata mensile, con tasso fisso 1,58% e TAEG 1,74%. Da aggiungere anche le spese di istruttoria (600 euro) e la perizia (320 euro).

Tra gli istituti spicca l’offerta proposta da Ubi Banca. Tasso fisso 1,55%, TAEG 1,74%, spese di istruttoria pari a 950 euro e perizia di 275 euro. La rata mensile ammonta a 775,76 euro e tra i vantaggi non è prevista alcuna spesa di gestione periodica.

Mutuo aprile 2019 prima casa: i migliori del mese – Parte III

Alziamo l’asticella del prezzo (250.000 euro) e dell’importo del mutuo (200.000 euro), spalmando la durata a 30 anni. Tra le proposte segnalate dal comparatore di MutuiSupermarket segnaliamo Deutsche Bank, che propone una rata mensile da 753,32 euro, a cui vanno aggiunte le spese di istruttoria (950 euro) e di perizia (390 euro).

Interessante anche la soluzione proposta da Hello Bank!, che presenta una rata mensile da 754,33 euro, più le spese di istruttoria (400 €) e perizia (300 €).

Naturalmente tutti i prezzi sopra riportati sono passibili di modifiche nei giorni a seguire. Navigando tra i vari simulatori online (sopra ne abbiamo citati alcuni) sarà possibile individuare meglio, a seconda delle proprie esigenze e spuntando i vari filtri di ricerca, la soluzione più adatta.

SEGUI IL NUOVO TERMOMETRO QUOTIDIANO A QUESTO LINK.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Hai suggerimenti o correzioni da proporre? Scrivici a [email protected]

Autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →