18/04/2019

Flat tax 2020 famiglie: a chi conviene e chi può restare col regime attuale

autore: Guglielmo Sano
Flat tax 2020 famiglie: a chi conviene e chi può restare col regime attuale
Flat tax 2020 famiglie: a chi conviene e chi può restare col regime attuale

In seguito all’approvazione del DEF e il contestuale annuncio della riforma Irpef a partire dal 2020, cominciano a circolare le prime simulazioni riguardanti l’imposizione della Flat Tax; chi guadagnerebbe dall’introduzione della tassa “piatta”? A chi conviene rimanere sotto l’attuale regime di tassazione?

Flat tax 2020: 15% per nuclei con redditi superiori ai 50mila euro

L’ipotesi al vaglio del governo consiste nell’introdurre una Flat Tax al 15% per i nuclei familiari con un reddito complessivo non superiore ai 50mila euro. Dunque, se fosse più conveniente, si potrà passare dal sistema di tassazione Irpef – aliquote progressive, deduzioni e detrazioni – appunto, alla tassa “piatta” del 15% (comprensiva di una deduzione fissa di 3mila euro).

Detto ciò, secondo quanto analizzato dal CNEDEC, il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti ed esperti contabili, in generale, si può dire che la Flat Tax conviene ai nuclei familiari composti da una sola persona e con un reddito da lavoro dipendente non supera i 20.299 euro. Gli effetti della Flat Tax sarebbero impalpabili, d’altra canto per le famiglie monoreddito formate da due coniugi di cui uno lavoratore dipendente e l’altro a carico così come per le famiglie con figli a carico. Esistono delle forti criticità, inoltre, per quanto riguarda le famiglie bireddito. La Flat Tax familiare potrebbe incentivare i divorzi del ceto medio; i nuclei familiari con reddito superiore ai 50mila grazie a una separazione avrebbero la possibilità di risparmiare fino a 14mila euro all’anno.

Bisogna comunque sottolineare che, in seguito al passaggio alla Flat Tax, non si potrà accedere ai rimborsi Irpef relativi alle più comuni detrazioni fiscali (spese mediche, ristrutturazioni, etc…).

Flat tax 2020: i calcoli sui risparmi del CNDEC

Ecco i calcoli del CNDEC sulla consistenza del risparmio per le famiglie con l’eventuale passaggio alla Flat Tax del 15%.

25.000 euro di reddito: IRPEF ordinaria al netto 80 euro 4.269 euro; flat tax familiare 3.300 euro; risparmio 969 euro.

30.000 euro di reddito: IRPEF ordinaria al netto 80 euro 6.814 euro; flat tax familiare 4.050 euro; risparmio 2.764 euro.

35.000 euro di reddito: IRPEF ordinaria al netto 80 euro 8.896 euro; flat tax familiare 4.800 euro; risparmio 4.096 euro.

40.000 euro di reddito: IRPEF ordinaria al netto 80 euro 10.977 euro; flat tax familiare 6.000 euro; risparmio 4.977 euro.

45.000 euro di reddito: IRPEF ordinaria al netto 80 euro 13.058 euro; flat tax familiare 6.750 euro; risparmio 6.308 euro.

50.000 euro di reddito: IRPEF ordinaria al netto 80 euro 15.139 euro; flat tax familiare 7.500 euro; risparmio 7.639 euro.

SEGUI IL NUOVO TERMOMETRO QUOTIDIANO A QUESTO LINK.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Hai suggerimenti o correzioni da proporre? Scrivici a [email protected]

Autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →