Proiezioni elezioni regionali Piemonte 2019: centrodestra nettamente avanti

Pubblicato il 27 Maggio 2019 alle 15:54 Autore: Guglielmo Sano

Proiezioni elezioni Regionali Piemonte: i primi dati reali parlano di un testa a testa tra Cirio e Chiamparino con il primo però lanciato verso la vittoria

Proiezioni elezioni regionali Piemonte 2019: centrodestra nettamente avanti
Proiezioni elezioni regionali Piemonte 2019: centrodestra nettamente avanti

Proiezioni elezioni Regionali Piemonte – Cominciato in queste ore lo spoglio dei voti espressi per il prossimo consiglio regionale della Regione Piemonte.

Segui la diretta Tp sullo spoglio delle Regionali in Piemonte

Proiezioni elezioni regionali Piemonte 2019: vittoria Cirio secondo gli exit poll

Domenica 26 maggio non è stato soltanto il giorno delle elezioni per l’Europarlamento, infatti, era prevista anche un’importante tornata di amministrative e, inoltre, il Piemonte votava per rinnovare il consiglio regionale ed eleggere il nuovo governatore. Dunque, non sono stati diffusi soltanto gli exit poll relativi alle Europee ma anche alcuni relativi alle regionali piemontesi.

Secondo lo studio realizzato dal Consorzio Opinio per la trasmissione di Rai1 Porta a Porta, avrebbe vinto il centrodestra con un distacco netto sul centrosinistra. Nello specifico, Alberto Cirio (di Forza Italia, appoggiato da Lega, Fratelli d’Italia e liste centriste) potrebbe aver raggiunto quota 45-49% con Sergio Chiamparino indietro, molto indietro, al 36,5-40,5%. Se tale risultato venisse confermato dai dati reali anche l’ultima regione del Nord rimasta in mano al centrosinistra cambierebbe direzione.

Cominciano ad arrivare i dati reali

Lo scrutinio dei voti relativi alle regionali in Piemonte è cominciato solo qualche ora fa. Sono quasi 45mila le schede contate finora: si può parlare di testa a testa attualmente anche se Cirio è in leggero vantaggio su Chiamparino. Il candidato di centrodestra, al momento, viene dato poco sopra il 43%, il secondo intorno al 42%. In virtù di questi primi dati, gli esperti sostengono che Cirio potrebbe raggiungere il 50% o comunque fermarsi a un passo dalla maggioranza assoluta.

Poco cambia in ogni caso: la legge elettorale che regola le regionali piemontesi non prevede il secondo turno, quindi, basta che un candidato prenda anche un voto in più rispetto agli sfidanti per vincere.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →