Huawei Mate X: uscita posticipata, la data di commercializzazione

Pubblicato il 17 Giugno 2019 alle 17:05 Autore: Francesco Somma

Posticipata la commercializzazione di Huawei Mate X. Andiamo a vedere di che cosa si tratta. Qui i dettagli sulla notizia.

Huawei Mate X: uscita posticipata, la data di commercializzazione
Huawei Mate X: uscita posticipata, la data di commercializzazione

Dopo il rinvio del Galaxy Fold, l’azienda cinese di Huawei aveva per le mani l’occasione di immettere sul mercato il suo dispositivo mobile pieghevole, il primo al mondo del suo genere. È capitato invece che l’uscita del Mate X è stata anch’essa posticipata, a settembre. La vicenda Stati Uniti – Huawei, ha influenzato non poco la produzione e le tempistiche dell’azienda, tuttavia il vero motivo sarebbe quello legato alla volontà di portare sul mercato un prodotto perfezionato nei minimi dettagli. Lo stesso discorso vale per lo smartphone Samsung. Andiamo a vedere i dettagli.

Huawei Mate X: problemi di progettazione

La società cinese, onde evitare altri problemi che possano in qualche modo ledere l’immagine del brand, ha deciso di posticipare a settembre la commercializzazione. I problemi sarebbero legati ad alcune funzionalità, forse non ancora pronte del tutto. Gli smartphone pieghevoli potrebbero essere il futuro, l’inizio di una nuova era. Nonostante il Mate X e il Galaxy Fold siano apparsi come pronti ad avere un notevole mercato, rimangono perplessità e dubbi sul form-factor particolare, il quale, potrebbe incontrare diverse problematiche anche dopo un’attento perfezionamento.

Samsung Galaxy XCover 4s: prezzo, scheda tecnica e caratteristiche

Huawei Mate X: il sistema operativo proprietario

C’è anche un’altra incognita, quella legata al sistema operativo. Il Presidente Americano, Donald Trump, ha sospeso per circa 90 giorni il “ban” nei confronti di Huawei. In questo lasso di tempo si svolgeranno le trattative, soprattutto con Google, per trovare una quadra su Android. Qualora la trattativa dovesse non andare a buon fine, l’azienda cinese sarebbe costretta a sviluppare un sistema operativo proprietario, questo potrebbe richiedere molto tempo. La mancata commercializzazione, e il conseguente rinvio, potrebbe dipendere anche da questo fattore.

Francesco Somma

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Francesco Somma

Classe 1994, laureato in SPRI e attuale studente di Politiche per lo Sviluppo e Cooperazione Internazionale all'UniSA. Credo nel potere delle parole e nella politica come strumento per migliorare il mondo.
Tutti gli articoli di Francesco Somma →