Prezzo delle case in Europa: come sono cambiati, solo in Italia è gelo – infografiche

Pubblicato il 27 Giugno 2019 alle 12:23
Aggiornato il: 28 Giugno 2019 alle 13:52
Autore: Gianni Balduzzi
PREZZO DELLE CASE
Prezzo delle case in Europa: come sono cambiati, solo in Italia è gelo- infografiche

Prezzo delle case in Europa: come sono cambiati, solo in Italia è gelo

Come è cambiato il prezzo delle case negli ultimi anni in Italia e in Europa?

Si tratta di un argomento molto sentito sia nel nostro Paese che in quelli vicini, anche se per cause diverse.

In Italia sono soprattutto i proprietari a lamentarsi. Perché i prezzi rimangono piatti, dopo lo scoppio della bolla immobiliare durante la crisi. Dopo aver acquistato negli anni di grande crescita dei valori, tra la metà degli anni ’90 e tutti gli anni 2000, in molti si sono trovati impossibilitati a vendere se non perdendo valore.

L’opposto sta accadendo altrove, dove la ripresa più sostenuta dell’economia sta spingendo anche i prezzi degli immobili. Lo vediamo nell’infografica, in cui è possibile scegliere per ogni anno i prezzi totali quelli delle case nuove, quelli delle case esistenti.

Se si pone uguale a 100 il livello dei prezzi del 2015, in Italia nel 2018 si era a 98,6, ovvero si era verificato un calo. Eravamo l’unico Paese in questa situazione. I valori più alti invece si trovano in Repubblica Ceca, in Ungheria, in Irlanda e Islanda, ovvero o Paesi che avevano subito un crollo dei prezzi o che sono protagonisti di una crescita economica superiore alla media. In questi casi rispetto al 2015 l’aumento è stato maggiore del 30%. Più timido, inferiore al 10%, invece in Belgio, Francia, Finlandia.

Prezzo delle case, come cambia distinguendo tra case nuove ed esistenti – infografiche

Se vogliamo distinguere tra il prezzo delle case nuove e di quelle esistenti, allora osserviamo che persino in Italia c’è stata una crescita dell’1% dal 2015 per quanto riguarda quelle nuove. Mentre in quelle esistenti si registra un calo del 2%.

È interessante il fatto che in alcuni Paesi, in Irlanda e in quasi tutti quelli dell’Est invece vi è stata una crescita dei prezzi maggiore nel caso delle case già presenti, forse per la grande offerta di case nuove?

È però importante anche guardare all’evoluzione dei prezzi negli anni. Dal 2010 in poi erano Italia e Spagna i Paesi con i valori maggiori, ovvero quelli in cui vi era stato il calo maggiore successivamente. Dal 2013 era chiaro che fosse proprio il nostro il Paese in maggior ritardo con questo calo, che puntualmente si sta verificando ora.

In un certo senso stiamo vivendo quello che altrove è stato vissuto 6-7 anni fa.

PREZZO DELLE CASE

SEGUI IL TERMOMETRO SPORTIVO ANCHE SU FACEBOOKTWITTER E TELEGRAM

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Hai suggerimenti o correzioni da proporre? Scrivici a [email protected]

L'autore: Gianni Balduzzi

Editorialista di Termometro Politico, esperto e appassionato di economia, cattolico- liberale, da sempre appassionato di politica ma senza mai prenderla troppo seriamente. "Mai troppo zelo", diceva il grande Talleyrand. Su Twitter è @Iannis2003
Tutti gli articoli di Gianni Balduzzi →