Pubblicato il 09/08/2019 Ultimo aggiornamento: 19 Agosto 2019 alle 23:25

Incendio Faenza 9 agosto 2019: causa e danni, cos’è successo

autore: Guglielmo Sano
Incendio Faenza 9 agosto 2019: causa e danni, cos’è successo

Uno spaventoso incendio è scoppiato in un deposito di logistica posto nella zona industriale di Faenza. Con la conseguenza di una colonna di fumo visibile a chilometri e chilometri di distanza. Le autorità della città nel ravennate invitano a uscire di casa solo se strettamente necessario: il rogo sta interessando materiali plastici e olii alimentari

Incendio Faenza: chiudere le finestre, non uscire di casa

È scoppiato all’una di stanotte ma ancora adesso un terribile incendio avvolge il magazzino Lotras di via Deruta nella zona industriale in prossimità della città di Faenza. Il terribile rogo sta sprigionando un “acre fumo nero”, il che lascia pensare che “stiano bruciando componenti e accessori auto in plastica stoccate nel magazzino” ha avvertito il sindaco Giovanni Malpezzi. Per cui dal comune si invitano i cittadini di uscire di casa solo se strettamente necessario e di chiudere le finestre anche se l’Agenzia Regionale per l’Ambiente non ha finora rilevato la presenza di sostanze particolarmente velenose nell’aria.

Incendio base sottomarini in Russia: morti e dinamica. Cos’è successo

Cosa sta bruciando?

All’interno del capannone di 21mila metri quadri ci sono tonnellate merci di ogni tipo: non solo componenti per auto in plastica ma anche materiali tessili, ceramiche e olio alimentare. Ora, la struttura non ha tenuto, per cui è impossibile per i vigili del fuoco entrare all’interno del complesso. Tutto ciò rende molto complicate le operazioni. Tuttavia le possibilità di spegnimento aumenteranno con l’impiego di grosse quantità d’acqua che presto saranno a disposizione grazie alla mobilitazione di autocisterne provenienti da tutta la Romagna. Sul posto sono giunti non solo i pompieri di Faenza ma anche quelli Ravenna, Forlì e persino Bologna.

Incendio Kyoto Animation: 24 morti in Giappone, cos’è successo

Colonna di fumo visibile a chilometri di distanza

Le fiamme hanno determinato anche la chiusura nella notte della linea ferroviaria Faenza-Ravenna-Lavezzola che successivamente è stata ripristinata. Come detto, il fumo è ben visibile a molti chilometri di distanza da Faenza; si vede dall’A14. Si può osservare anche a Forlì come riportato da alcuni testimoni: nonostante non abbia il vento a favore se ne può avvertire l’odore nella zona ovest della città.

SEGUI IL NUOVO TERMOMETRO QUOTIDIANO A QUESTO LINK.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Hai suggerimenti o correzioni da proporre? Scrivici a [email protected]

Autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →