Roberto Gualtieri: biografia e curriculum. Chi è il possibile ministro del MeF

Pubblicato il 4 Settembre 2019 alle 14:59 Autore: Daniele Sforza

Chi è Roberto Gualtieri, politico e accademico italiano, deputato europeo del PD che potrebbe ricoprire la prima carica al Ministro dell’Economia.

Roberto Gualtieri: biografia e curriculum. Chi è il possibile ministro del MeF

Roberto Gualtieri, eurodeputato PD, potrebbe essere il prossimo ministro dell’Economia e delle Finanze. Nato a Roma nel luglio del 1966, si laurea in Lettere (Storia Contemporanea) nel 1992 all’Università La Sapienza con voto 110 e lode, per poi conseguire un dottorato di ricerca nel 1997 in Scienze Storiche con una tesi su Commercio estero e sviluppo. La politica commerciale e valutaria italiani e l’integrazione europea.

Roberto Gualtieri: la carriera accademica

Gualtieri ha all’attivo un’importante esperienza politica e accademica ed è autore di numerose pubblicazioni. Professore associato di Storia Contemporanea all’Università La Sapienza di Roma, è vicedirettore della Fondazione Istituto Gramsci. Numerose le collaborazioni con quotidiani e riviste, mentre per Il Mulino ha gestito e diretto il Rapporto annuale sull’integrazione europea, materia sulla quale è specializzato e su cui ha scritto diversi testi e articoli.

Chi è Roberto Gualtieri: la carriera politica

Gualtieri entra nella segreteria romana dei Democratici di Sinistra nel 2001, e ci resta fino al 2006, quando a ottobre è nominato tra i “saggi” chiamati da Romano Prodi a redigere il Manifesto del Partito Democratico. Un anno più tardi viene eletto nell’Assemblea Nazionale, mentre nel 2008 entra nella Direzione Nazionale.

Come si legge dal suo curriculum vitae numerosi sono stati gli incarichi e le funzioni svolte nelle istituzioni dell’Unione europea. Nel 2009 viene eletto eurodeputato per il PD (Circoscrizione Italia Centrale), mentre nel luglio dello stesso anno diventa titolare della Commissione per gli Affari Costituzionali e della Sottocommissione per la Sicurezza e la Difesa. Tra gli altri incarichi si annoverano anche quello di membro sostituto della Commissione per gli Affari Esteri, nonché della Commissione per i Bilanci. Nel 2001 è stato membro del team negoziale del Parlamento Europeo per il Fiscal Compact e sempre nello stesso anno svolge per S& D il ruolo di coordinatore nella Commissione per gli Affari Costituzionali.

Tra il 2012 e il 2014 entra nel gruppo di lavoro diretto da Herman Van Rompuyper per la Riforma dell’Unione Economica e Monetaria, mentre nel 2015 diventa presidente del Financial Assistance Working Group del Parlamento Europeo. Negli stessi anni ricopre anche incarichi presidenziali per il Banking Union Working Group e per la Commissione per i problemi Economici e Monetari del Parlamento Ue. Tra il 2016 e il 2019, infine, è membro del Brexit Steering Group e sherpa del Parlamento europeo per le negoziazioni sulla Brexit.

Roberto Gualtieri nuovo ministro MEF? La benedizione di Christine Lagarde

Sulla nomina di Gualtieri come prossimo ministro dell’Economia del governo M5S-PD si è espressa con soddisfazione la futura direttrice della Banca Centrale Europea, Christine Lagarde. Affidare un ministero così importante alle cure di Gualtieri “sarebbe un bene per l’Italia e per l’Europa”, ha detto.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected]

L'autore: Daniele Sforza

Romano, classe 1985. Dal 2006 scrivo per riviste, per poi orientarmi sulla redazione di testi pubblicitari per siti aziendali. Quindi lavoro come redattore SEO per alcune testate online, specializzandomi in temi quali lavoro, previdenza e attualità.
Tutti gli articoli di Daniele Sforza →