Detrazioni Irpef medicine e funerali tagliate: quali scivoli salva il governo

Pubblicato il 22 Ottobre 2019 alle 13:40 Autore: Guglielmo Sano

Detrazioni Irpef: con la prossima manovra potrebbero sparirne molte, cerca di fare un po’ di chiarezza il viceministro all’Economia Misiani.

Monete e banconote
Detrazioni Irpef medicine e funerali tagliate: quali scivoli salva il governo

Con la manovra per il prossimo anno, potrebbero sparire diverse detrazioni fiscali: cerca di fare un po’ di chiarezza sulla questione il viceministro dell’Economia Antonio Misiani.

Rimborsi 730 2020: taglio per 745 mila contribuenti. Le detrazioni colpite

Detrazioni Irpef: chi verrà penalizzato?

La stretta sulle detrazioni fiscali nelle intenzioni dell’attuale esecutivo, riguarderà soltanto “l’1% dei contribuenti” ha spiegato in una recente intervista a Rai 3 il viceministro all’Economia Antonio Misiani; in pratica, avrà un impatto solo sui “redditi oltre i 120mila euro l’anno, con un andamento progressivo fino ai 240mila euro”. Sostanzialmente le agevolazioni fiscali subirebbero un taglio soltanto per i percettori di redditi oltre i 120 mila euro annui e azzerate per chi ha un reddito superiore ai 240mila euro all’anno.

Bollo auto 2019: condono decennale, cosa succede per i prossimi anni?

Tra l’altro, sottolinea sempre Misiani, si tratta di “un’operazione selettiva” da cui saranno escluse le detrazioni “amiche della crescita” così come quelle sulle spese sanitarie. Intanto, però, come fanno notare diversi esperti, nel documento programmatico di bilancio fatto pervenire all’Ue l’esecutivo semplicemente assicura come sarà presto indicata “una soglia di reddito oltre la quale l’agevolazione Irpef relativa a oneri detraibili al 19% si azzererebbe con gradualità” pur salvando quelle “sugli interessi passivi dei mutui”.

Legge di Bilancio 2020: bonus e detrazioni casa confermati e aboliti

Quali detrazioni potrebbero essere tagliate?

Ciò lascia pensare che, al contrario di quanto affermato da Misiani, anche le detrazioni sulle spese mediche e sanitarie potrebbero essere presto rimodulate. Al momento, per la stragrande maggioranza degli italiani non cambia nulla ma a seconda di eventuali modifiche alla normativa sotto la scure del Fisco andrebbero a finire anche le spese per l’acquisto di cani guida e servizi di interpretariato per non udenti, così come quelle per le spese veterinarie e per le spese funebri, per le assicurazioni sulla vita o sugli infortuni e per la scuola dell’infanzia e gli asili nido, oltre a quelle per la scuola superiore e l’università. Stessa cosa per quanto riguarda le agevolazioni per le attività sportive tra i 5 e i 18 anni e il trasporto pubblico.

Oppo Reno 2 e Reno 2 Z ufficiali: prezzo. uscita in Italia e scheda tecnica

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →