Decreto fiscale 2020: proposte bocciate in parlamento. Quali sono

Pubblicato il 18 Novembre 2019 alle 13:34 Autore: Guglielmo Sano
Codici e incartamenti
Decreto fiscale 2020: proposte bocciate in parlamento. Quali sono

Si sfoltisce il lungo elenco di emendamenti presentati al decreto fiscale; degli oltre 900 arrivati in Commissione Finanze ne sono già stati bocciati più o meno 300.

Decreto fiscale: circa 900 emendamenti presentati

Sono stati 900 circa gli emendamenti presentati dalle forze politiche al decreto fiscale. Le proposte riguardavano tantissimi argomenti. Per esempio, due emendamenti, uno targato Pd, uno Movimento 5 Stelle, chiedevano di cambiare la data da cui far partire la decorrenza per le sanzioni relative al mancato utilizzo dei seggiolini anti-abbandono, rispettivamente dal 6 marzo e dal primo giugno 2020. Sulla stessa linea, è comparsa anche una proposta bipartisan sulla proroga al primo luglio per le sanzioni ai commercianti che non si adeguano alla normativa sulla lotteria degli scontrini.

Un’altra proposta, presentata da 32 parlamentari appartenenti a partiti di maggioranza e opposizione, chiedeva di introdurre un’aliquota agevolata al 10%, e non al 22%, sui prodotti igienici e sanitari dedicati alle donne. Una proposta della Lega, invece, vorrebbe la riapertura della rottamazione delle cartelle esattoriali e una nuova sanatoria sulle liti pendenti. Il Pd ha avanzato l’ipotesi di estendere la Pace Fiscale anche agli avvisi bonari. L’elenco potrebbe continuare con le proposte di modifica alle disposizioni in materia di appalti e piani individuali di risparmio.

Quanto guadagna Zlatan Ibrahimovic: stipendio e patrimonio del calciatore

Più o meno 300 emendamenti sono stati bocciati

Alla fine sono stati più o meno 300 gli emendamenti al Decreto Fiscale che non hanno superato il primo esame della Commissione Finanze della Camera. Anche se alcuni potrebbero essere riammessi, in seguito ai ricorsi presentati. Secondo le stime del Presidente della Commissione Carla Ruocco dovrebbero incassare il bollino di ammissibilità 600-700 emendamenti al massimo.

Quali emendamenti non hanno passato l’esame? Sono stati giudicati inammissibili, al momento, gli emendamenti di Italia Viva e Forza Italia per la reintroduzione dello scudo penale per l’ex Ilva. Bocciati anche gli emendamenti, proposti dal Movimento 5 Stelle, che chiedevano una sospensione per il 2020 del pagamento dei canoni per le concessioni delle spiagge (in attesa di una revisione complessiva delle concessioni demaniali marittime) e agevolazioni per i motociclisti che volessero acquistare degli airbag dal valore massimo di 250 euro. Anche l’emendamento sull’Iva al 10% sui prodotti igienici e sanitari dedicati alle donne non ha è passato.

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected]

L'autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →