Sondaggi elettorali EMG, il PD torna al 20%, in calo Italia Viva e Lega

Pubblicato il 22 Novembre 2019 alle 10:42 Autore: Gianni Balduzzi
sondaggi elettorali
Sondaggi elettorali EMG, il PD torna al 20%, in calo Italia Viva e Lega

Piccole buone notizie per il PD dagli ultimi sondaggi elettorali di EMG per Agorà presentati questa settimana.

Secondo l’istituto di Masia, i dem sarebbero in crescita di mezzo punto, e arriverebbero al 20%, soglia al di sotto della quale il Pd era sceso un po’ in tutti i sondaggi. C’è un aumento anche di altre forze di sinistra e progressiste. Sarà l’effetto sardine? Comunque sia crescono sia la Sinistra che Europa Verde del 0,3%, al 2% e all’1,3%. E anche +Europa, che guadagnando sempre del 0,3% va al 2,1%.

Mentre subisce un calo importante Italia Viva, che perde mezzo punto e va al 5,2%. Rimane fermo a livelli bassissimi, al 16,1%, il Movimento 5 Stelle.

Nel centrodestra sono in decremento sia Lega che Fratelli d’Italia. La Lega perde il 0,4% e va al 32,6%, il partito della Meloni scende al 9,5% lasciando sul terreno il 0,3%. Solo Forza Italia appare in aumento nell’area del centrodestra, del 0,3%. Si porta al 7,7%.

Esordisce Azione di Calenda, all’1%.

I partiti minori sono al 2,5%, mezzo punto meno di settimana scorsa.

sondaggi elettorali
Fonte: Agorà
sondaggi elettorali
Fonte: Agorà

La fiducia nei leader appare stabile o in calo. Salvini è fermo al 41%, mentre Conte al 33% e Meloni al 29% perdono un punto.

Stabili anche Di Maio e Zingaretti al 22% e poi Berlusconi al 18%. Giù Renzi di un punto al 15%, allo stesso livello di Calenda.

Ultimo Toti con il 14%

sondaggi elettorali
Fonte: Agorà

Come sempre i sondaggi elettorali di EMG si occupano anche di temi di attualità. In questo caso il movimento delle sardine e il Mose

Sondaggi elettorali EMG, per il 40% le sardine possono spostare voti

Per il 40% degli intervistati le sardine possono spostare voti, mentre per il 46% si tratta di una fiammata destinata a spegnersi in fretta.

sondaggi elettorali
Fonte: Agorà

Sardine che ora si spargono a macchia d’olio in tutta Italia, ma che sono nate in Emilia Romagna per contestare nelle piazze Salvini e la sua copertura mediatica.

E proprio in Emilia Romagna, dove si voterà il 26 gennaio, e dove il M5S si presenterà, secondo gli italiani non dovrebbe replicare l’alleanza di governo tra il movimento e il PD. La pensa così il 59% degli italiani, così come il 68% dei democratici e anche il 45% dei pentastellati.

sondaggi elettorali
Fonte: Agorà

Il Mose, infine: solo una piccola maggioranza, 46% contro 42%, pensa che possa salvare Venezia dall’acqua alta.

sondaggi elettorali
Fonte: Agorà

Acqua alta che però viene giudicata dal 57% colpa dell’azione dell’uomo, contro il 40% che crede che la responsabilità sia di fenomeni naturali incontrollabili.

sondaggi elettorali
Fonte: Agorà

Ai danni dell’uomo è l’uomo che deve riparare secondo gli intervistati, quindi, che accusano dei ritardi del Mose sia i governi nazionali che quelli locali. È il 60% che la pensa così. Solo una minoranza pensa che prevalga la responsabilità dell’uno o dell’altro.

sondaggi elettorali
Fonte: Agorà

I sondaggi elettorali di Emg sono stati realizzati il 20 novembre 2019 usando un panel telematico di 1524 persone

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected]

L'autore: Gianni Balduzzi

Editorialista di Termometro Politico, esperto e appassionato di economia, cattolico- liberale, da sempre appassionato di politica ma senza mai prenderla troppo seriamente. "Mai troppo zelo", diceva il grande Talleyrand. Su Twitter è @Iannis2003
Tutti gli articoli di Gianni Balduzzi →