Maurizio Cattelan, polemiche a Miami per Comedian

Pubblicato il 10 Dicembre 2019 alle 19:00
Aggiornato il: 3 Gennaio 2020 alle 18:44
Autore: Mauro Biagi

L’ultima opera di Maurizio Cattelan, Comedian, ha scatenato un fiume di polemiche: si tratta di una banana fissata alla parete con nastro adesivo

Maurizio Cattelan, polemiche a Miami per Comedian
Maurizio Cattelan, polemiche a Miami per Comedian

Maurizio Cattelan è tornato alla ribalta per le polemiche scatenate dalla sua ultima opera: Comedian, una banana attaccata alla parete con nastro adesivo. L’opera, esposta alla Perrotin Art Gallery di Miami, è stata realizzata appositamente per la Art Basel Miami Beach, che ha avuto luogo nella città della Florida dal 5 all’8 Dicembre.

Come è nata Comedian, la “banana” di Maurizio Cattelan

L’ultima creazione di Maurizio Cattelan, Comedian, è stata realizzata in tre esemplari, due dei quali venduti per circa 120.000 Dollari (circa 108.000 Euro). Ma com’è venuta in mente all’artista padovano la realizzazione di un’opera simile? Sembra che Cattelan ci stesse pensando su da un anno, anche se l’idea si è modificata nel tempo. All’inizio, infatti, non si doveva trattare di un vero frutto, ma della sua riproduzione usando materiali come resina o bronzo. Alla fine, la decisione: Maurizio Cattelan ha acquistato una banana in un drugstore di Miami e l’ha attaccata al muro usando dello scotch. Il nome scelto, Comedian, prende spunto da una battuta contenuta in Arrested Development, che si riferisce ai ricchi che non conoscono il prezzo di una banana.

Il significato della “banana” di Cattelan

Che significato si cela dietro Comedian? È una delle solite provocazioni di Maurizio Cattelan? Se l’autore è laconico: “A banana is supposed to be a banana”, più loquace Emmanuel Perrotin, proprietario della galleria d’arte che ospita Comedian: “Le banane sono un simbolo di commercio globale, un doppio senso o il classico espediente per scatenare umorismo”, ha affermato, aggiungendo che è tipico dell’artista veneto trasformare oggetti comuni in “strumenti di divertimento e di critica”. Lo stesso gallerista, poi, conferma che non siamo di fronte a una delle tipiche provocazioni cattelaniane, ma che si tratta di una vera e propria opera d’arte. Resta un ultimo quesito: che succederà quando la banana andrà a male? Né Maurizio Cattelan, né la Perrotin Gallery hanno dato una risposta. Ma è probabile che sarà, semplicemente, rimpiazzata.

Il discorso di Wisłava Szymborska per il Nobel: la passione e il “non so”

Le polemiche sul valore di Comedian

Come al solito, intorno all’opera di Maurizio Cattelan, Comedian, si è scatenato un fiume di polemiche. È possibile pagare 120.000 Dollari una banana che l’artista ha, per inciso, pagato 30 cent? In poche ore, l’opera di Cattelan, nata per essere una critica al capitalismo e al consumismo tipici della società occidentale, ha fatto il giro del mondo, diventando la protagonista di meme e pubblicità ironiche, come quella di Burger King, che ha sostituito la banana con una patatina fritta. Qui in Italia, il Quotidiano del Molise ne ha fatto una parodia, rimpiazzando il frutto con una salsiccia; Sapore di Male, nota pagina Facebook, ricorre invece ad alcuni Nutella Biscuits per prendersi gioco di Cattelan, così come anche altre pagine social, che hanno fatto rifermento a Comedian per battute più o meno ironiche. Provocazione o opera d’arte, frutto del calcolo o dell’estro artistico? Di sicuro c’è che se lo scopo era di far parlare di sé e di fare pubblicità alla Perrotin Gallery, si è raggiunto l’obiettivo. E che un nome celebre, in questo caso quello di Maurizio Cattelan, riesce a nobilitare anche una banana da 30 centesimi.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected]