Governo ultime notizie: concessioni autostradali 2020, revoca in vista?

Pubblicato il 14 Gennaio 2020 alle 06:09 Autore: Giuseppe Spadaro

Governo ultime notizie: revoca della concessione ad Autostrade sempre più vicina? Divise le forze politiche della maggioranza.

Mezzi pesanti in viaggio in autostrade
Governo ultime notizie: concessioni autostradali 2020, revoca in vista?

Governo ultime notizie – Dopo aver parlato in questo nostro articolo di concessioni autostradali sul piano più strettamente tecnico cerchiamo di capire a che punto è il lavoro dell’esecutivo circa la decisione da prendere nei confronti della società che gestisce la rete autostradale nazionale e facente capo alla famiglia Benetton. Ricordiamo che, a fronte del crollo del Ponte Morandi, il percorso avviato e la ferma posizione del M5S va nella direzione di una revoca della concessione.

Revoca? Le posizioni tra le forze di maggioranza

Governo ultime notizie – C’è una alternativa alla revoca? Nei giorni scorsi ha preso quota l’opzione maxi-multa ovvero un modo per evitare proprio il percorso della revoca. Ma sul punto non c’è compattezza nelle posizioni delle forze di maggioranza che compongono l’esecutivo. Come abbiamo detto il Movimento 5 Stelle è assolutamente contrario a qualsiasi ipotesi e spinge perché ci sia una revoca. Più blanda e possibilista in quanto aperta al dialogo è l’atteggiamento del Pd su cui pare convergano anche le posizioni di Conte e del ministro De Micheli. Mentre Italia Viva si è più volte pronunciata contro la decisione di revocare la concessione.

La parte maggiormente disponibile al dialogo intende evitare una controversia legale dagli esiti incerti e soprattutto punta ad incassare risultati concreti nell’immediato. Ad esempio? Conte e De Micheli lavorano per la revisione della convenzione, per la riduzione delle tariffe e per il rafforzamento degli investimenti alla voce manutenzioni.

Governo ultime notizie, la ferma posizione del M5S

A nome dei 5 Stelle è intervenuto nei giorni scorsi il ministro dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli. Con queste parole: “Per noi l’opzione è la revoca, come abbiamo già detto più volte. Dopodiché, sentiremo il ministro De Micheli, che ovviamente ha il dossier insieme alla presidenza del Consiglio, ma noi non vediamo alternative alla revoca”.

Parole perfettamente in linea con quelle pronunciate dal sottosegretario alle Infrastrutture dei Cinque Stelle, Giancarlo Cancelleri: “la revoca delle concessioni ad Autostrade resta l’unica soluzione”. “Una maxi multa non rende giustizia alle 43 vittime del crollo del ponte Morandi. Una maxi multa è un compromesso inaccettabile dopo gli infiniti crolli e disagi dovuti all’incuria delle opere autostradali concesse ad Autostrade. Lo Stato non gioca al ribasso e una maxi multa è uno sconto troppo alto a chi negli anni si è arricchito non garantendo la sicurezza delle autostrade italiane e dei cittadini che le percorrono ogni giorno. Il Movimento 5 Stelle non fa sconti”.

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected]

L'autore: Giuseppe Spadaro

Direttore Responsabile di Termometro Politico. Iscritto all'Ordine dei Giornalisti (Tessera n. 149305) Nato a Barletta, mi sono laureato in Comunicazione Politica e Sociale presso l'Università degli Studi di Milano. Da sempre interessato ai temi sociali e politici ho trasformato la mia passione per la scrittura (e la lettura) nel mio mestiere che coltivo insieme all'amore per il mare e alla musica.
Tutti gli articoli di Giuseppe Spadaro →