Governo ultime notizie: prescrizione M5S-PD, esecutivo verso fiducia

Pubblicato il 10 Febbraio 2020 alle 13:47
Aggiornato il: 12 Febbraio 2020 alle 21:02
Autore: Alessandro Faggiano

Governo ultime notizie: prescrizione M5S-PD, esecutivo verso fiducia. Secondo un ministro dem, Renzi sarebbe “nervoso e agitato”.

Governo ultime notizie: prescrizione M5S-PD, esecutivo verso fiducia

Movimento 5 Stelle e Partito Democratico rafforzano l’asse contro Italia Viva. Il partito guidato da Matteo Renzi continua a far muro sulla riforma della prescrizione e si ritrova isolato dopo l’accordo sul “lodo Conte bis” avanzato dal deputato di LeU Federico Conte. Renzi continua a spingere per posticipare l’entrata in vigore del blocco della prescrizione al prossimo anno con l’intenzione di prendere tempo per discutere una riforma integrale della giustizia. A causa dell’ostracismo di IV, pentastellati e dem sembrano decisi a tirare dritto e puntano a porre la fiducia sul decreto milleproroghe (nel quale sarebbe contenuto anche l’emendamento sulla prescrizione voluto da M5S, PD e LeU).

Negli ultimi due anni, l’esecutivo gialloverde e quello giallorosso hanno fatto un uso molto più moderato dell’istituto fiduciario rispetto ai governi precedenti. Renzi tira dritto, afferma che non si piegherà e che proporrà un cambio radicale della riforma avanzata da Bonafede. Le parole di Renzi: “non ci fermiamo”.

Governo, ultime notizie: Renzi nervoso e agitato, l’indiscrezione a Linkiesta

Stando quanto riportato dalla testata Linkiesta, un ministro dem assicura che la strategia di Renzi punti alla “possibilità di prendere i consensi dell’elettorato di Forza Italia che lui giudicava estesi come una prateria. Ma per prima cosa Forza Italia non è più da tempo una prateria, e poi i suoi elettori non vanno da lui che tuttora governa con la sinistra. A destra non sta prendendo niente, ecco come si spiega il mancato decollo di Italia Viva. E lui si innervosisce e si agita su ogni cosa”.

Un nervosismo che si sarebbe così palesato nel lungo braccio di ferro sulla riforma della giustizia e che potrebbe ripresentarsi in occasione della discussione sulla concessione di Autostrade. La tensione resta alta dalle parti di palazzo Chigi e la crisi sembra essere sempre dietro l’angolo.

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
[email protected]

L'autore: Alessandro Faggiano

Caporedattore di Termometro Sportivo e Termometro Quotidiano. Analista politico e politologo. Laureato in Relazioni Internazionali presso l'Università degli studi di Salerno e con un master in analisi politica conseguito presso l'Universidad Complutense de Madrid (UCM).
Tutti gli articoli di Alessandro Faggiano →