Ultime notizie Corona: tassi mortalità ufficiali sbagliati? Lo studio

Pubblicato il 25 Febbraio 2020 alle 18:09 Autore: Giuseppe Spadaro

Ultime notizie Corona: un approfondimento sul rapporto utilizzato per calcolare il tasso di mortalità e altre ipotesi per calcolare la percentuale.

coronavirus
Ultime notizie Corona: tassi mortalità ufficiali sbagliati? Lo studio

Ultime notizie Corona: secondo le ultime stime i decessi in Italia sono sette. Ne abbiamo dato notizia in questo nostro articolo, continueremo ad aggiornarvi in tempo reale circa quella che è la situazione nel nostro Paese che sinora risulta essere tra i più colpiti in Europa.

Ultime notizie Corona, sette decessi in Italia: quale è il tasso di mortalità?

I sette decessi sono da rapportare ai circa 288 casi di contagi che al momento si contano nel nostro Paese (dati aggiornati al 25 febbraio 2020 alle ore 16.00). In base ai numeri forniti sinora il tasso di mortalità è stimato tra il 2% ed il 3%. Ma tra le tante discussioni che si sono aperte in queste settimane c’è anche una che riguarda l’esatto calcolo della percentuale di mortalità. Come riportato dal sito ilsalvagente.it, secondo uno studio dal titolo “Metodi per stimare il rapporto di mortalità per una nuova malattia infettiva emergente” pubblicato su American Journal of Epidemiology il rapporto da considerare dovrebbe essere un altro e dunque la percentuale effettiva finirebbe per essere superiore a quella indicata.

Come calcolare il tasso di mortalità?

Ultime notizie Corona – Cerchiamo insieme di capire il perché. Attualmente le stime si basano sul rapporto tra il numero di persone decedute e le persone di cui è stato accertato il contagio da coronavirus. Ma secondo i ricercatori sarebbe più opportuno fissare dei paletti temporali. In pratica il metodo sarebbe scientificamente più accurato, secondo la pubblicazione, solo quando tutti i casi di contagio saranno certamente terminati. E dunque si considera come metodo più corretto un rapporto che tenga conto dell’introduzione di un elemento temporale. Facciamo prima un esempio teorico per poi passare alla stessa formula con numeri reali ed elementi temporali.

Ecco la formula:

tasso di mortalità = decessi nel determinato giorno / numero di contagiati tot giorni prima.

Nel caso in cui si decida di considerare 7 giorni, per avere la percentuale di mortalità si dovrebbe sviluppare il seguente calcolo.

tasso di mortalità = decessi al 24 febbraio (2.618 casi)/numero di contagiati al 17 febbraio 2020 (71.000 casi)

Considerando questo rapporto, il tasso di mortalità sarebbe pari al 3,7%, quindi più alto del calcolo che viene riportato abitualmente che non supera mai il 3%.

Inoltre si considera e riporta che aumentando l’intervallo di periodo temporale, e ad esempio portandolo a 14 giorni, la percentuale sale ancora raggiungendo il 6,5%. come tasso di mortalità rispetto ai contagi.

Infine lo stesso articolo considera anche la possibilità di sviluppare la percentuale di mortalità effettuando il calcolo nel seguente modo:

tasso di mortalità = decessi/(decessi+guariti).

In quest’ultimo caso la percentuale di mortalità diventa ben più alta di quella comunemente riportata. Ma come riferito nell’articolo pubblicato dal sito ilsalvagente.it è «difficile stabilire l’affidabilità di un modello rispetto a un altro, e tutti e tre hanno una base di razionalità, ma dei limiti».

Segui Termometro Politico su Google News

Hai suggerimenti o correzioni da proporre?
Scrivici a
redazione@termometropolitico.it

L'autore: Giuseppe Spadaro

Direttore Responsabile di Termometro Politico. Iscritto all'Ordine dei Giornalisti (Tessera n. 149305) Nato a Barletta, mi sono laureato in Comunicazione Politica e Sociale presso l'Università degli Studi di Milano. Da sempre interessato ai temi sociali e politici ho trasformato la mia passione per la scrittura (e la lettura) nel mio mestiere che coltivo insieme all'amore per il mare e alla musica.
Tutti gli articoli di Giuseppe Spadaro →